I primi passi di Enea Tech, fondazione dedicata al trasferimento tecnologico

Data di pubblicazione: 11/09/2020

La dotazione finanziaria iniziale ammonta a 500 milioni di euro.

Il Ministro dello Sviluppo Economico ha firmato il decreto di approvazione dello statuto della Fondazione Enea Tech, che dovrà gestire il primo fondo italiano interamente dedicato al trasferimento tecnologico.

La Fondazione, istituita con il Decreto Rilancio, avrà lo scopo di promuovere investimenti e iniziative in materia di ricerca e sviluppo e trasferimento tecnologico a favore delle imprese operanti sul territorio nazionale, con particolare riferimento alle start-up innovative e alle PMI innovative. Come previsto dallo Statuto, la Fondazione potrà partecipare e investire in start-up e PMI innovative, spin-off universitari e centri di ricerca e sviluppo, promuovendo e sostenendo i processi di innovazione e trasferimento tecnologico delle PMI per la creazione di imprese ad alto contenuto tecnologico. A questo scopo gestirà inizialmente risorse per 500 milioni di euro.

L’obiettivo dichiarato della Fondazione è intervenire alla base del sistema innovazione agendo esclusivamente in ambito pre-commerciale e pre-competitivo, accompagnando lo sviluppo d’innovazioni rilevanti dei centri di ricerca, delle PMI e degli spin-off.

È naturalmente auspicabile uno stretto coordinamento con il Fondo Nazionale Innovazione e con gli altri soggetti che si occupano di trasferimento tecnologico nel nostro Paese: dalla Fondazione Bruno Kessler al Cefriel, sino ai Politecnici, solo per fare qualche esempio.

(Fonte: Ministero dello sviluppo economico)

Torna alle news

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Contattaci
iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professionifondazione brescia musei