Dote "ritorno al lavoro" per lavoratori con ridotte capacità

Richiedi informazioni

D.g.r. Lomb. 489/2018

Agevolarating:

Fondi disponibiliModulisticaEntità agevolazioniProcedura

Contributo (dote) fino a euro 2.000,00.

Regione Lombardia intende favorire lo sviluppo di strumenti che promuovano il rientro delle lavoratrici e dei lavoratori con ridotte capacità lavorative a seguito di patologie oncologiche o invalidanti, anche attraverso lo smartworking.

Dotazione finanziaria: euro 500.000,00.

Destinatari

La domanda di contributo può essere presentata da persone in possesso dei requisiti seguenti:

  • residenza o domicilio in Lombardia;
  • occupate in una sede operativa in Lombardia;
  • che rientrano sul posto di lavoro a seguito di cure oncologiche o invalidanti:
    - dopo 6 mesi continuativi di calendario di assenza per malattia;
    - dopo un periodo di assenza per malattia di 6 mesi anche non continuativi negli ultimi 12 mesi (almeno 126 gg lavorative);
    - dopo un periodo di assenza per malattia anche non continuativo negli ultimi 6 mesi, tale da comportare una presenza sul posto di lavoro inferiore al 60% delle giornate lavorative (almeno 76 gg lavorative);
  • in possesso dell’invalidità civile pari o superiore al 70%.

Sono ammessi lavoratori e lavoratrici: con contratto di lavoro di diritto privato a tempo indeterminato o a tempo determinato (in entrambi i casi sia a tempo pieno, sia a tempo parziale); con contratto di lavoro intermittente; con contratto di somministrazione; soci lavoratori di cooperative. È consentita la partecipazione anche a uomini e donne, dipendenti degli operatori accreditati ai servizi al lavoro e alla formazione dell’Albo regionale, che aderiscono alla manifestazione di interesse e coinvolti nella realizzazione delle relative attività.

La persona in possesso dei requisiti di accesso può rivolgersi agli operatori che erogano attività di servizi al
lavoro accreditati all’albo regionale della Lombardia, con numero definitivo di iscrizione alla data di
presentazione della dote, e che abbiano aderito alla manifestazione di interesse di cui all’ “Avviso pubblico
per la manifestazione di interesse degli operatori accreditati ai servizi al lavoro di Regione Lombardia per
l’adesione alla misura supporto della permanenza in ambito lavorativo delle lavoratrici e dei lavoratori con
ridotte capacità a seguito di patologie oncologiche o invalidanti, anche attraverso lo smartworking – dote
ritorno al lavoro”.

La dote deve essere impiegata per la fruizione di servizi finalizzati a consolidare le competenze nella fase di rientro sul posto di lavoro.

La dote esclude espressamente uscite di cassa da parte del destinatario e prevede che Regione Lombardia rimborsi l’operatore in nome e per conto del destinatario della dote stessa.
I destinatari della misura sono soggetti che beneficiano di servizi al lavoro e/o formativi, erogati da operatori accreditati al lavoro ed alla formazione.

Servizi ammissibili: colloqui specialistici individuali di approfondimento; bilancio delle competenze: percorso di analisi delle esperienze formative, professionali e sociali, che consente di individuare le competenze e gli elementi valorizzabili del destinatario; coaching (percorso di training personalizzato, anche in piccoli gruppi); certificazione delle competenze acquisite in ambito informale all’interno del QRSP: servizio volto a consentire il riconoscimento e l’attestazione del patrimonio esperienziale della persona; servizio di raccordo e coordinamento tra l’operatore che prende in carico la persona e i soggetti e/o le istituzioni; servizi formativi (l’attività di formazione non prevede un limite massimo di ore, ma il limite è dato dalla disponibilità economica residua al netto dei servizi al lavoro fruiti).

Termini di presentazione delle domande (da parte dei destinatari in possesso dei requisiti): fino ad esaurimento fondi.

Riferimento di legge: D.g.r. Lomb. 489/2018Note scadenza: Fino ad esaurimento fondiDocumenti allegati (registrati per vederli): 1617_Dote ritorno al lavoro.zip

Torna alle agevolazioni

iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professionifondazione brescia musei