Formare per assumere – Incentivi occupazionali e voucher per l’adeguamento delle competenze

Obiettivo: superare il mismatch tra domanda e offerta di lavoro, permettendo alle imprese di colmare il gap di profili e competenze in fase di assunzione, attraverso il finanziamento di percorsi formativi abbinati ad incentivi occupazionali.

Dotazione finanziaria: euro 25.000.000,00.

Beneficiari:datori di lavoro privati aventi unità produttiva/sede operativa ubicata sul territorio di Regione Lombardia.

Sono esclusi:

  • i codici Ateco: 96.04.1; 96.04.10; 92.00.01; 92.00.02; 92.00.09; 47.78.94.
  • le pubbliche amministrazioni;
  • le società, gli enti e singoli professionisti che, a qualsiasi titolo, erogano servizi di formazione previsti dall’Avviso attuativo delle presenti Linee guida;
  • le società, gli enti e singoli professionisti che prestano servizi di consulenza e assistenza tecnica a favore dei soggetti coinvolti nell’attuazione, controllo, certificazione e sorveglianza del bando;
  • imprese del settore dell’autotrasporto (Codice Ateco 49.41.00 – “Trasporto di merci su strada”) con massimo 50 addetti che intendono richiedere un’agevolazione per l’assunzione di un’autista associata ad un percorso formativo finalizzato all’acquisizione di patenti C, C/E e CQC.

Destinatari: lavoratori che alla data di assunzione risultavano privi di impiego (di tipo subordinato o parasubordinato) da almeno 30 giorni (di calendario).

Sono esclusi:

  • coloro che sono fruitori o lo sono stati fino a 180 giorni prima della data di assunzione di misure regionali già comprensive delle medesime agevolazioni o tipologie di servizi (es. Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori in attuazione del PNRR, Dote Unica Lavoro Fase 4, Garanzia Giovani Fase II e Azioni di Rete per il Lavoro Fase II).
  • se, per lo stesso lavoratore, al beneficiario è stata già concessa un’agevolazione nell’ambito dei seguenti bandi: Formazione continua a valere sul PR FSE+ 2021-2027; Formare per assumere (prima attuazione), Incentivi occupazionali a valere sull’Accordo “Riprogrammazione dei Programmi Operativi dei fondi strutturali 2014-2020 ai sensi del comma 6 dell’articolo 242 del decreto legge 34/2020”.

Caratteristiche dell’agevolazione:

  • Voucher per la formazione: riconosciuto, a seguito dell’assunzione, fino al valore massimo di € 3.000, a fronte del servizio fruito e completato, da avviarsi a partire dalla pubblicazione del bando attuativo del presente provvedimento e comunque entro 90 giorni dalla data di assunzione del lavoratore. È riconosciuto solo per formazione erogata da un operatore appartenente all’elenco regionale degli operatori accreditati per i servizi alla formazione, da una Università con sede in Lombardia o da una Fondazione ITS con sede in Lombardia; mentre è possibile l’ammissione al finanziamento di servizi formativi erogati da enti diversi, esclusivamente se finalizzati all’acquisizione di patentini o di specifiche certificazioni di competenze
  • Incentivo occupazionale:

L’incentivo è concesso a fronte di contratti di lavoro subordinato:

  • A tempo indeterminato, a tempo determinato di almeno 12 mesi (non sono ammesse proroghe);
  • Contratti di apprendistato;
  • A tempo pieno o a tempo parziale (di almeno 20 ore settimanali medie).

È differenziato in base alla tipologia contrattuale e alla difficoltà di inserimento nel mercato del lavoro.

Per contratti a tempo indeterminato e a tempo determinato di almeno 12 mesi, a fronte del completamento di un percorso formativo:

  • uomini fino a 54 anni: € 4.000
  • donne fino a 54 anni: € 6.000
  • uomini over 55: € 6.000
  • donne over 55: € 8.000

Per contratti di apprendistato senza l’obbligo della realizzazione di un percorso formativo:

  • uomini fino a 29 anni: € 1.500
  • donne fino a 29 anni: € 2.500
  • uomini a partire da 30 anni: € 4.000
  • donne a partire da 30 anni: € 7.000

A tali importi si aggiunge un ulteriore valore di 1.000,00 euro se l’assunzione viene effettuata da un datore di lavoro con meno di 50 dipendenti.

Il contributo non può eccedere il costo del lavoro al netto degli oneri previdenziali e contributivi ed è da intendersi riferito a contratti a tempo pieno. Per i contratti a tempo parziale l’incentivo concedibile sarà riparametrato in funzione della percentuale di ore previste.

Sono esclusi dal contributo:

  • Lavoratori con contratti: di somministrazione; di lavoro a progetto/collaborazione coordinata e continuativa; lavoro occasionale; lavoro domestico; che non garantiscono la continuità del rapporto di lavoro per almeno 12 mesi.
  • persone che nei 180 giorni precedenti la data di assunzione hanno effettuato un tirocinio o un lavoro presso il medesimo datore di lavoro.

L’incentivo è riconosciuto successivamente al completamento del percorso formativo (qualora previsto) e subordinato all’effettività del contratto di lavoro e alla permanenza del lavoratore presso l’impresa, fatta salva una conclusione anticipata del rapporto di lavoro non addebitabile al datore di lavoro che determini la riparametrazione dell’incentivo.

Regime di aiuto: de minimis  ai sensi del Regolamento UE 1407/2013.

Sarà possibile presentare le domande a partire dal 13 dicembre 2022.

Riferimento di legge: D.g.r. Lombardia 7336 del 14/11/2022

    Ti interessa questa agevolazione?

    Chiamaci allo 030 377 6990

    oppure compila i campi sottostanti e ti contatteremo il prima possibile.