Misure SIMEST

Misure SIMEST

Contenuto: 7 agevolazioni

Richiedi informazioni

L’internazionalizzazione delle imprese italiane passa dalle agevolazioni previste da Simest, la società statale che fa capo alla Cassa depositi e prestiti.

Sono previste 7 tipologie di azioni,  per cui l’agevolazione prevede un contributo misto:

  • una quota dell’investimento a fondo perduto 
  • una quota di finanziamento a tasso agevolato.

Il Comitato agevolazioni per l'amministrazione del Fondo 295/73 e del Fondo 394/81  in data 31 marzo 2021 ha deliberato la riapertura delle attività di ricezione di nuove domande di finanziamento agevolato e di cofinanziamento a fondo perduto. La finestra di presentazione verrà riaperta il 3 giugno 2021, fino ad esaurimento delle risorse disponibili (che si prevede piuttosto rapido), con la possibilità di richiedere l’esenzione dalle garanzie fino al 30 giugno 2021.

A chi è rivolta l’agevolazione?  

L’agevolazione è rivolta a una vasta platea di imprese, ma il beneficiario specifico dipende dal tipo di azione per la quale si intende richiedere il contributo.

  • Per quanto riguarda gli studi di fattibilità, l’inserimento nei mercati esteri e l’adozione di sistemi di e-commerce per l’estero, l’agevolazione si rivolge a tutte le imprese con almeno due bilanci depositati.
  • Per quanto riguarda la patrimonializzazione, l’agevolazione si rivolge a PMI e MIDCAPcostituite in forma di società di capitali, con almeno due bilanci depositati e con un fatturato estero che equivalga ad almeno il 20 per cento del fatturato degli ultimi due anni, oppure al 35 per cento di quello dell’anno precedente la domanda.
  • Per l’adozione di un Temporary Export Manager, l’agevolazione si rivolge a società di capitali con almeno due bilanci depositati.
  • Per l’azione di Fiere, mostre e missioni si rivolge a PMI, MIDCAP e grandi imprese con almeno un bilancio depositato.

 Quali investimenti riguarda?  

 Esistono sette diverse misure: 

  • La patrimonializzazione con finanziamento agevolato fino a 800 mila euro (non superiore al 40% del patrimonio.
  • Studi di fattibilità con finanziamento interamente agevolato fino a 200 mila euro (studi commerciali) e 350 mila euro (studi produttivi), di cui una parte a fondo perduto.
  • Inserimento nei mercati esteri con finanziamento interamente agevolato fino a 4 milioni di euro, di cui una parte a fondo perduto.
  • Temporary export manager con finanziamento interamente agevolato fino a 150 mila euro, di cui una parte a fondo perduto.
  • Fiere, mostre e missioni con finanziamento interamente agevolato fino a 150 mila euro, di cui una parte a fondo perduto.
  • Assistenza tecnica con finanziamento interamente agevolato fino a 300 mila euro, di cui una parte a fondo perduto.
  • E-commerce con finanziamento interamente agevolato fino a 450 mila euro per una piattaforma propria e fino a 300 mila per marketplace, , di cui una parte a fondo perduto. 

 Quali sono i vantaggi?  

 Se ne definiscono due su tutti:

  • Per questa tipologia di agevolazione le imprese possono richiedere l'esenzione dalle garanzie per le domande presentate entro il 30/06/2021; quello che solitamente rappresenta il principale ostacolo per l’accordo di un finanziamento può essere dunque bypassato dall’agevolazione pubblica.
  • La restituzione del finanziamento a tasso agevolato, che può arrivare ad un minimo del 10% del tasso di riferimento UE. 

In più...  

La sfida dell’internazionalizzazione è un passaggio cruciale del mercato globale per le imprese italiane. Nella prima sessione di domande, Simest ha accolto quasi 8 mila richieste di contributo e su questa spinta lo Stato ha deciso di rifinanziare l’agevolazione.

Perché aspettare? Compila il Form per una consulenza personalizzata!

Torna alla home

iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professionifondazione brescia musei