0t 24

Guida all'OT24: lo sconto sulla polizza obbligatoria INAIL

Ogni azienda è tenuta a versare all’INAIL, Istituto nazionale assicurazione infortuni sul lavoro, annualmente una quota assicurativa. L’istituto, infatti, per poter garantire i servizi nel caso di infortunio, malattia professionale o invalidità, richiede il pagamento di una quota a tutte le aziende che operano sul territorio nazionale, in funzione di un decreto del 30 giugno 1965 che risponde a sua volta ai principi elencati nella carta costituzionale italiana in materia di lavoro e tutela dei lavoratori. L’ammontare della quota assicurativa che l’impresa deve all’INAIL dipende da alcune condizioni nelle quali l’impresa opera. È fondamentale sottolineare che non si tratta di una polizza assicurativa facoltativa, ma si tratta di un obbligo di legge: fatte salve le condizioni che ne fanno variare l’ammontare, ogni impresa che opera sul territorio nazionale è tenuta a versare la quota di contribuzione all’INAIL. Tuttavia l’istituto premia quelle imprese che si distinguono sui temi della sicurezza sul lavoro. È un’impostazione che intende favorire anziché addirittura spingere ogni impresa a mettere in campo, nelle sue possibilità operative, tutte quelle situazioni e tutti quegli accorgimenti che sono in grado di diminuire le condizioni di rischio per i lavoratori all’interno dell’impresa stessa. La logica trainante dell’INAIL riferita all’OT 24, quindi, può essere paragonata e accomunata alla logica che spinge, ogni anno, l’istituto a pubblicare il bando ISI, principale strumento nazionale di contribuzione a fondo perduto per le imprese che investono in sicurezza. E’ un’impostazione di sussidiarietà che prevede da una parte uno sforzo pubblico in direzione della riduzione degli infortuni sul lavoro e dall’altra richiede alle imprese stesse di essere in prima fila su questa tematica, agevolandole in questo percorso con opportunità che vanno dal finanziamento a fondo perduto di progetti specifici (quelli che riguardano il bando ISI, appunto), allo “sconto” sulla polizia per quelle aziende che dimostrano di “giocare” insieme all’INAIL e nell’interesse generale la sfida della sicurezza. Ecco perché l’OT24 è considerata un’agevolazione, un aiuto nei confronti delle imprese che hanno deciso di sposare una nuova cultura della sicurezza e che traspongono nei fatti e nei progetti questa nuova cultura.

Torna alle guide

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Contattaci
iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professioni