Vendite e fatturato: Brescia si conferma in ascesa

Mentre le valli soffrono, ad eccezione della Valtrompia, la città e l’hinterland fanno segnare numeri più che positivi sia nel consuntivo 2017 che nel triennale. Brescia seconda in Lombardia anche per numero di imprese

Brescia si dimostra Leonessa anche nelle vendite. Tutte le aree della provincia fanno segnare un aumento delle vendite sia nel 2017 (12.9% in più), che nel triennio (7.3% in più).

A guidare la classifica della distribuzione delle imprese ci sono due zone in particolare: la città e l’hinterland e la bassa bresciana che insieme rappresentano ben il 56 per cento del valore totale. Annaspano un po’ le valli, con la Valcamonica fanalino di coda (solo il 5% del valore totale).

Se invece si analizza il fatturato e non il numero delle imprese, la classifica si ridisegna, anche se al primo posto rimangono la città e l’hinterland con il 46 per cento del fatturato totale. I dati emergono dall’analisi compiuta sulle prime 1000 imprese bresciane per fatturato e dipingono un quadro territoriale le cui caratteristiche variano proprio in funzione delle peculiarità dei territori.

Ma ad avere il miglior risultato in termini di valore aggiunto è la Valtrompia, la valle bresciana a più alta vocazione industriale e artigianale. Brescia in questo caso è al secondo posto. L’unico territorio che sembra soffrire più di altri è la Valcamonica, la più vasta valle bresciana e fra le più vaste in Italia, che ha visto peggiorare un po’ tutti gli indicatori economici di riferimento.  

Ma a confortare il quadro generale ci sono anche i numeri diffusi dalla Camera di Commercio di Milano riguardanti il numero di imprese e addetti della Lombardia..Nella nostra regione sono 818 mila le imprese attive (prima regione italiana) con un peso sul nazionale del 16 per cento delle imprese e del 24 per cento degli addetti. In questo quadro, il territorio bresciano è secondo, in Regione, solo a Milano con 106 mila imprese attive e 412 mila addetti occupati. 

(Fonte: Giornale di Brescia)

Data di pubblicazione: 04/01/2019

Torna alle news

iso 9001World Certification Services Ltd - ISO 9001fondo professioniFondo Paritetico Interprofessionale NazionaleL'avviso 02/18 finanzia la partecipazione ad attività formative a catalogo accreditate per un importo complessivo di € 1.000.000,00 (unmilione/00). Ogni Studio/Azienda può partecipare a più di un’attività formativa individuale a catalogo, per un contributo pari all’ 80% dell’imponibile I.V.A. di ogni singola iniziativa, fino ad un valore complessivo massimo di € 1.500,00 (millecinquecento/00) di contributo.questioQuestio 2016baqBollino blu per le imprese che fanno alternanza scuola lavoro