Produzione industriale: frenata “europea” a novembre 2018

Il contesto italiano tiene, se esaminato nei primi 11 mesi dello scorso anno. Crollo del settore auto.

Novembre 2018 è stato un mese drammatico per la produzione industriale non solo in Italia ma anche nel resto d’Europa. I dati ISTAT dimostrano che in quel mese si è verificato un calo di addirittura 2.6 punti percentuali su base annua e di 1.6 punti percentuali rispetto al precedente mese di ottobre.

A pesare in maniera determinante sul dato italiano c’è il crollo della produzione nel settore delle auto. In questo caso più che un calo si tratta di un’emorragia, visto che i punti percentuali persi su base annua (quindi sul raffronto diretto novembre 2017/novembre 2018) sono stati addirittura 19.4.

Sempre nel settore auto, non è confortante l’analisi neppure sul raffronto al mese precedente: rispetto a ottobre 2018 il calo si è attestato all’8.6 per cento. A sua volta ottobre aveva registrato un calo tendenziale del 14 per cento (facendo la media degli 11 primi mesi del 2018 la produzione è diminuita di 5.1 punti.

L’unico aspetto che conforta un po’ la situazione è il dato relativo all’analisi generale della produzione industriale che nei primi undici mesi del 2018 registra comunque un incremento dell’1.2 per cento rispetto allo stesso periodo di tempo dell’anno precedente. Praticamente invariato (meno 0.1 per cento) il livello medio di produzione del trimestre da settembre a novembre, rispetto allo stesso trimestre del 2017.  

Mal comune, mezzo gaudio: registrano dati significativamente negativi anche Germania, Francia, Spagna e Gran Bretagna.

(Fonte: ANSA)

Data di pubblicazione: 11/01/2019

Torna alle news

iso 9001World Certification Services Ltd - ISO 9001fondo professioniFondo Paritetico Interprofessionale NazionaleL'avviso 02/18 finanzia la partecipazione ad attività formative a catalogo accreditate per un importo complessivo di € 1.000.000,00 (unmilione/00). Ogni Studio/Azienda può partecipare a più di un’attività formativa individuale a catalogo, per un contributo pari all’ 80% dell’imponibile I.V.A. di ogni singola iniziativa, fino ad un valore complessivo massimo di € 1.500,00 (millecinquecento/00) di contributo.questioQuestio 2016baqBollino blu per le imprese che fanno alternanza scuola lavoro