Obbligo di trasparenza per i contributi pubblici

La norma è in vigore dall’inizio dell’anno.

Dal 1° gennaio 2019, tutti i soggetti (compresi gli enti del Terzo Settore) che ricevono a qualunque titolo contributi e finanziamenti pubblici, hanno l’obbligo di pubblicarne online il rendiconto, se la somma totale dei contributi ricevuti nel corso dell’anno supera i 10.000 euro.
La pubblicazione dovrà avvenire entro il 28 febbraio di ciascun anno e sarà, naturalmente, relativa ai contributi pubblici ricevuti durante l’anno precedente.

Interessanti le precisazioni contenute nella circolare che il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha pubblicato in data 11 gennaio: anche le somme ricevute con il 5 per mille concorrono al raggiungimento della somma di 10.000 euro, ed esiste la possibilità di pubblicare il rendiconto sulla propria pagina Facebook, qualora non si disponga di un sito internet.

Infine, l’attribuzione del vantaggio include anche le risorse strumentali (ad es. comodato d’uso di un bene), e la sanzione restitutoria in caso di mancato adempimento si applica solo alle imprese.

(Fonte: Giornale di Brescia)

Data di pubblicazione: 05/02/2019

Torna alle news

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Contattaci
iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professioni