Modello Unico di Dichiarazione Ambientale (MUD): proroga al 30 giugno 2020

Richiedi informazioni

D.Lgs. 152/2016 Artt. 88, 189, 190 e 193 e s.m.i.

Il MUD è il modello unico di dichiarazione ambientale ed è un obbligo di legge. Si compone di alcune dichiarazioni: in merito ai rifiuti speciali, ai veicoli fuori uso, agli imballaggi, ai rifiuti di apparecchiature elettriche e elettroniche (anche per i produttori) e  ai rifiuti urbani

L’obbligo riguarda:

  1. produttori iniziali di rifiuti;
  • Pericolosi
  • Non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi, se il produttore ha più di 10 dipendenti;

2.   imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e di smaltimento dei rifiuti;

3.  soggetti che effettuano a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti , compreso il trasporto di rifiuti pericolosi prodotti dal dichiarante;

4.  commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione;

5. soggetti che effettuano le attività di trattamento dei veicoli fuori uso e dei relativi componenti e materiali;

6. imballaggi:

• Sezione Consorzi: CONAI o altri soggetti di cui all'articolo 221, comma 3, lettere a) e c);
• Sezione Gestori rifiuti di imballaggio: impianti autorizzati a svolgere operazioni di gestione di rifiuti di imballaggio.

 7. Soggetti coinvolti nel ciclo di gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche;

8. Soggetti istituzionali responsabili del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani e assimilati;

9. Produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche iscritti al Registro Nazionale e Sistemi Collettivi di Finanziamento.

Il Decreto-Legge del 17 marzo 2020, n. 18  - Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19  ha prorogato la scadenza al 30 giugno 2020. 

Si ricorda inoltre che la Legge 28 dicembre 2015, n. 221 prevede che le imprese agricole di cui all'articolo 2135 del codice civile, nonché i soggetti esercenti attività ricadenti nell'ambito dei codici ATECO 96.02.01, 96.02.02 e 96.09.02 assolvono all'obbligo di presentazione del modello unico di dichiarazione ambientale, di cui al decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, attraverso la compilazione e conservazione, in ordine cronologico, dei formulari di trasporto. 

 
 

Torna agli adeguamenti

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Contattaci
iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professionifondazione brescia musei