Innovation Fund – ecco il primo bando per progetti a basse emissioni

Data di pubblicazione: 17/09/2020

Stanziate risorse per 1 miliardo di euro.

Il 3 luglio 2020 la Commissione Europea ha pubblicato il primo bando per la presentazione di progetti su larga scala in tecnologie e processi a basse emissioni di CO2, nell’ambito dell’Innovation Fund.

Il Fondo è uno dei più importanti programmi di finanziamento per la dimostrazione di tecnologie innovative a basse emissioni di carbonio. Con un budget per il periodo 2020-2030 che ammonta a circa 10 miliardi di euro finanziati con i crediti ETS, esso fa seguito all’ex Programma NER300 ampliandone l’aspetto green, focalizzandosi su soluzioni in grado di supportare attivamente la decarbonizzazione, e offrendo finanziamenti in modo più flessibile.

Il bando ha un budget di 1 miliardo di euro. I progetti possono ricevere un sostegno fino al 60% del capitale e dei costi operativi legati all’innovazione, con la possibilità di erogare fino al 40% nella fase di preparazione e studio.

Possono partecipare al bando privati, enti pubblici e organizzazioni internazionali che presentino progettualità nei settori indicati da effettuare nel territorio UE o dello Spazio Economico Europeo, con una spesa minima prevista di 7,5 milioni di euro.

Possono essere finanziate le seguenti attività:

  • attività che sostengono l'innovazione nelle tecnologie e nei processi a basse emissioni di carbonio in settori elencati nell'allegato I della Direttiva 2003/87/CE (la Direttiva EU ETS), compresa la cattura e utilizzo del carbonio (CCU), così come i prodotti che sostituiscono quelli ad alta intensità di carbonio in settori elencati nell'Allegato I della Direttiva EU ETS;
  • attività che contribuiscono a stimolare la costruzione e il funzionamento di progetti che mirano alla cattura e allo stoccaggio geologico della CO2 (CCS);
  • attività che contribuiscono a stimolare la costruzione e il funzionamento di tecnologie in energie rinnovabili innovative e tecnologie per l'immagazzinamento dell'energia.

Le candidature vanno presentate esclusivamente in forma elettronica attraverso il portale dedicato della Commissione Europea.

La scadenza per la presentazione dei progetti per la fase I è il 29 ottobre p.v. Si aprirà successivamente la fase II solo per i progetti vincitori della fase I.

(Fonte: Ministero dello sviluppo economico)

Torna alle news

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Contattaci
iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professionifondazione brescia musei