Coronavirus: scadenze, proroghe e prescrizioni in tema di sicurezza, ambiente e rifiuti

Richiedi informazioni

D.L. 18/20 s.m.i.

Qui di seguito una breve sintesi delle principali, scadenze, proroghe e prescrizioni, dovute dall'emergenza Covid-19, in materia di sicurezza sul lavoro, ambiente e rifiuti: 

ANTINCENDIO

  • Attestazioni di rinnovo periodico conformità antincendio con scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020

Validi fino al 15 giugno 2020

  • Procedimenti ed i controlli di cui al D.P.R. 151/2011 e quelli relativi al D.Lgs. 105/2015

Per il computo dei termini non si tiene conto del periodo fra 23 febbraio 2020 e 15 aprile 2020

F-GAS

  • Certificati rilasciati alle persone fisiche e alle imprese (articoli 7 e 8 del D.P.R. 146/2018) in scadenza nel periodo tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020

Validi fino al 15 giugno 2020

ALBO GESTORI AMBIENTALI

  • Procedimenti riguardanti la variazione dell’iscrizione per incremento della dotazione veicoli non conclusi alla data del 23 febbraio 2020, o iniziati successivamente e fino al 15 aprile 2020

Per il computo dei giorni non si tiene conto del periodo fra 23 febbraio 2020 e 15 aprile 2020

  •  Tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati in scadenza fra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020

Validi fino al 15 giugno 2020

COMUNICAZIONI RIFIUTI (MUD)

  • Presentazione MUD  

Entro il 30 giungo 2020

  • Comunicazione annuale pile e accumulatori immessi sul mercato

Entro il 30 giungo 2020

  •  Presentazione al Centro di Coordinamento della comunicazione delle quantità di RAEE trattati

Entro il 30 giungo 2020

  • Versamento del diritto annuale di iscrizione all’Albo nazionale gestori ambientali

Entro il 30 giugno 2020

ACQUA

  • Dichiarazione annuale acque derivate

Entro il 30 settembre 2020

COV - SOLVENTI

  • Invio piano gestione solventi

Entro il 31 ottobre 2020

  • Invio bilancio di massa COV

Entro il 31 ottobre 2020

RIFIUTI

  • Deposito temporaneo

6 mesi o 60 metri cubi

  • Impianti autorizzati D1 a D14 e da R1 a R12 con limiti quantitativi orari, giornalieri o di altro periodo inferiore all’anno

È vincolante solo il quantitativo massimo annuo di trattamento

  • Impianti autorizzati D8, D9, D13, D14,R2, R3, R4, R5, R6, R7, R8, R9, R11, R12

La potenzialità massima annua per il 2020 è aumentata del 10%

  • Impianti autorizzati D10 ed R1

Possono operare a saturazione del carico termico nominale per il 2020

  • Impianti autorizzati D15 e R13

Possano aumentare la capacità annua di stoccaggio, e quella istantanea nel limite massimo del 20%

  • Autorizzazioni alla cessazione della qualifica di rifiuto

Proroga di 6 mesi

  • Campagne autorizzate per recupero e smaltimento rifiuti con impianti mobili

Sospensione termini a decorrere dal primo giorno di sospensione dei lavori fino a 30 giorni successivi alla dichiarazione della cessazione dello stato di emergenza

  • Piani di utilizzo di cui all’art.9 e dichiarazioni di utilizzo di cui all’art. 21 del DPR 120/2017 già presentate

Sospensione termini a decorrere dal primo giorno di sospensione dei lavori fino a 30 giorni successivi alla dichiarazione della cessazione dello stato di emergenza

  • Le operazioni di recupero assentite ai sensi degli artt. 214 e 216 del D.lgs. 152/06

Possano aumentare la capacità annua di stoccaggio, e quella istantanea nel limite massimo del 20% e nel rispetto dei limiti del DM 5/2/1998 e dal DM n. 161 del 1/6/ 2002

 

Torna agli adeguamenti

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Contattaci
iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professionifondazione brescia musei