guida rifiuti

La gestione dei rifiuti: documenti, funzionamento, passaggi della filiera

Il tema dei rifiuti, alla luce di una sempre crescente responsabilità civile e ambientale da parte dei cittadini e delle imprese, è uno dei temi di attualità più importanti del nuovo modello di fare impresa. È inevitabile che moltissime aziende, soprattutto quelle manifatturiere, di ogni ordine e dimensione, per sviluppare la propria attività producano elementi che vengono classificati come rifiuti. La progressiva riduzione di questi rifiuti attraverso la revisione dei processi produttivi non basta. È necessario che si sviluppi anche un contesto nel quale il rifiuto venga adeguatamente classificato, smaltito e – se possibile – trasformato. Nella logica del corretto smaltimento dei rifiuti intervengono diverse figure ed entità che costituiscono la filiera dello smaltimento. Laddove il rifiuto non è considerato pericoloso o potenzialmente dannoso per l’ambiente, vi sono sistemi di raccolta vicini a quelli tradizionali, mentre quando il rifiuto necessita di una gestione più complicata per un suo corretto smaltimento, devono intervenire società specializzate che, nel pieno rispetto della normativa, permettono alle aziende di produrre in tutta tranquillità, senza rischiare che gli scarti di quella produzione vadano ad inquinare l’ambiente. Esistono anche, ed è il caso di SAEF, società che svolgono un ruolo consulenziale che permette di gestire la filiera del rifiuto secondo tutti i dettami della normativa: un’attività che viene definita come intermediazione in tema di rifiuti. Nelle sezioni di questa guida vengono illustrate le principali caratteristiche dei rifiuti, i passaggi che concorrono alla loro creazione e gli obblighi per le aziende in tema di corretto smaltimento.

Torna alle guide

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Contattaci
iso 9001audit energeticoquestiobaqfondo professioni