bando inail

Bando Inail 2018 - ASSE 4: Beneficiari, interventi e spese ammesse

Capitolo 7

Nel quarto asse di finanziamento (ASSE 4) sono ammesse soltanto le micro e piccole imprese dei settori Pesca (ATECO 2007 A03.1) e Tessile-confezione-articoli in pelle e calzature (ATECO 2007 C13, C14 e C15). I progetti finanziabili rivolti a queste aziende consistono in:

Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività - spese per impianti, attrezzature e macchinari volti a:

Settore pesca

Riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi: sistemi di trasporto e/o di alimentazione; piattaforme rialzabili; macchine e nastri per la vagliatura e il trasporto del pescato; dispositivi per la movimentazione automatica di aggancio dei divergenti con imbarco; dispositivi per la movimentazione automatica dei bighi/stanghe da pesca; macchine per la produzione del ghiaccio.

Riduzione del rischio infortunistico: argani; paranchi; verricelli; tamburi avvolgirete; dispositivi di sgancio anti-impigliamento; limitatori e regolatori della coppia (a coppia costante o a tiro costante); dispositivi anti bloccaggio dei freni; celle di carico applicate alle carrucole di rinvio o alle sospensioni dei braccetti, dotate di sistemi di monitoraggio e allarme;  protezione degli organi in movimento di impianti, attrezzature, macchinari con pannelli di rete metallica onde evitare l'avvicinamento involontario del lavoratore.

Riduzione del rischio emergenza: dispositivi lanciasagola; trasmettitori di localizzazione di emergenza automatici in caso di ribaltamento dell'unità; giubbotti di salvataggio autogonfiabili con integrati trasmettitori di localizzazione di emergenza (PLB) dotati di luci stroboscopiche e imbraghi per verricellamento; tute stagne da sopravvivenza e lavoro, finalizzate alla protezione termica, in trilaminato con rinforzi in Kevlar; defibrillatore semi automatico esterno (DAE); sistemi di comunicazione integrata nei caschi individuali con auricolare e microfono stagni; scale di recupero uomo a mare; zattere di salvataggio.

Riduzione del rischio rumore e vibrazioni: pannelli fonoassorbenti; cappottature; schermi acustici; separazioni; marmitte/silenziatori; elementi antivibranti sotto i supporti del motore; giunti elastici tra motore ed asse dell'elica; bilanciamento dinamico dell'elica.

Riduzione del rischio incendio ed esplosione: valvole d'intercettazione del carburante; rilevatori di gas e sistemi d'allarme antigas; apparecchiature antincendio quali rivelatori d'incendio e di fumo; interventi di miglioramento dell'impianto elettrico; cucine a induzione; installazione di impianto antincendio di spegnimento automatico in tutti gli ambienti.

Riduzione del rischio ambientale: cappe aspiranti per l'estrazione dei fumi prodotti nella zona cucina; impianti di condizionamento dell'aria; strutture di riparo dal sole; vetri filtranti per le postazioni di governo delle imbarcazioni; parapetti di altezza almeno pari a 115 cm; ringhiere e scale di accesso; pitture e strisce antiscivolo.

Settore tessile-confezione-articoli in pelle e calzature

Riduzione del rischio infortunistico: macchine per preparazione fibre e filatura; macchine per tessitura; macchine per nobilitazione; macchine da taglio per tessuti e macchine per cucire; macchine per calzaturificio; macchine per la lavorazione della pelle (in fase umida, per essiccazione, per rifinizione e speciali).

Riduzione del rischio rumore mediante la realizzazione di interventi ambientali: pannelli fonoassorbenti; cabine; cappottature; schermi acustici; separazioni; silenziatori; sistemi antivibranti; trattamenti ambientali.

Riduzione del rischio chimico: impianti di aspirazione e captazione gas, fumi, nebbie, vapori o polveri; cappe di aspirazione; riduzione o eliminazione del rischio chimico mediante la sostituzione delle seguenti tipologie di macchine: macchine per la tintura di filati e tessuti; macchine per la stampa di filati e tessuti; macchine per la lavorazione delle pelli in fase umida; macchine per la tintura e verniciatura delle pelli; macchine per la lavorazione del cuoio; macchine per la rifinizione.

Riduzione del rischio legato ad attività di sollevamento, abbassamento e trasporto di carichi: manipolatori, robot e robot collaborativi aventi un carico massimo di utilizzazione non superiore a 500 kg; piattaforme aventi un carico massimo di utilizzazione non superiore a 500 kg; carrelli aventi un carico massimo di utilizzazione non superiore a 2000 kg; argani, paranchi e sistemi di gru leggeri/gru a struttura limitata aventi un carico massimo di utilizzazione non superiore a 500kg; sistemi automatici di alimentazione.

Riduzione del rischio legato ad attività di movimentazione di bassi carichi ad alta frequenza: progetti di riduzione del rischio dovuto alla movimentazione di bassi carichi ad alta frequenza mediante l'automazione completa o parziale di fasi del ciclo produttivo che prevedono tale movimentazione.

Gli altri Assi:

Torna alle guide

iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professioni