bando inail

Bando Inail Sicurezza 2018 - ASSE 1: Beneficiari, interventi e spese ammesse

Capitolo 4

I fondi del Bando Inail sicurezza sono suddivisi in cinque assi di finanziamento.

Nel primo asse sono ammesse tutte le imprese escluse le micro e piccole imprese dei settori pesca e tessile/confezione/articoli in pelle e calzature e le micro e piccole imprese del settore produzione agricola primaria. Gli interventi e le spese ammesse:

Riduzione del rischio chimico: impianti di aspirazione e captazione gas, fumi, nebbie, vapori o polveri; cappe di aspirazione; cabine di verniciatura/spruzzatura/carteggiatura; sistemi di isolamento dell'operatore (glove box, sistemi di caricamento agenti chimici, ecc.); altre macchine e/o impianti dedicati ad attività che comportano l'utilizzo di agenti chimici.

Riduzione del rischio rumore mediante interventi ambientali: pannelli fonoassorbenti; cabine; cappottature; schermi acustici; separazioni; silenziatori; sistemi antivibranti; trattamenti ambientali.

Riduzione del rischio rumore mediante sostituzione di trattori agricoli o forestali e di macchine: macchine fisse, portatili tenute e/o condotte a mano e semoventi ad esclusione di quelle mobili con operatore a bordo; trattori agricoli e forestali immessi per la prima volta sul mercato dopo il 31/12/1997.

Riduzione del rischio derivante da vibrazioni meccaniche: martelli demolitori; perforatori; picconatori elettrici, idraulici, pneumatici; seghe e motoseghe; decespugliatori, tagliaerba; motocoltivatori; chiodatrici; compattatori vibro-cemento; limatrici, levigatrici orbitali e smerigliatrici; cubettatrici; ribattitrici; trapani a percussione e avvitatori ad impulso; macchine con operatore a bordo.

Riduzione del rischio biologico:  ristrutturazione e/o modifica degli ambienti di lavoro al fine di separare le zone in cui è previsto l'uso di agenti biologici, inclusa la predisposizione di aree di deposito e di aree di decontaminazione del personale;  installazione e/o modifica di impianti di aspirazione o di immissione forzata dell'aria, volti a determinare una differenza di pressione tra gli ambienti di lavoro per il contenimento degli agenti biologici;   realizzazione o trattamento di superfici che limitino il rischio di contaminazione o che siano di facile disinfezione;  acquisto di sistemi di aspirazione localizzata/cabine di sicurezza/cappe biohazard/box per la manipolazione dei materiali potenzialmente infetti; acquisto di sistemi automatici che consentano di ridurre il rischio di esposizione agli agenti biologici; acquisto di dispositivi per la disinfezione e/o sterilizzazione dell'aria; modifica di impianti dell'acqua sanitaria e/o aeraulici centralizzati, al fine di prevenire la contaminazione e la diffusione degli agenti biologici patogeni.

Riduzione del rischio di caduta dall'alto: installazione permanente di ancoraggi puntuali, lineari flessibili o lineari rigidi.

Riduzione del rischio infortunistico mediante la sostituzione di trattori agricoli o forestali e di macchine obsoleti, ovvero immessi sul mercato antecedentemente al recepimento della direttiva 98/37/CE (macchine) e antecedentemente al 01/01/1998 (trattori).

Riduzione del rischio infortunistico mediante la sostituzione di macchine non obsolete, ovvero conformi alla direttiva 98/37/CE ma immesse sul mercato antecedentemente al recepimento della direttiva 2006/42/CE.

Riduzione del rischio sismico: progetti di riduzione del rischio sismico da caduta di materiale, che prevedono l'acquisto e la posa in opera di scaffalature antisismiche.

Riduzione del rischio da lavorazioni in ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento: sistemi di monitoraggio ambientale; sistemi automatizzati e robot per l'esecuzione di lavori in ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento, incluse le operazioni di saldatura e le attività di pulizia e depurazione; dispositivi, sistemi e droni per l'accesso e le ispezioni negli ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento; dispositivi e sistemi per il recupero dei lavoratori che operano in tali ambienti.

Adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale – spese per consulenze volte a:

  • Adozione di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro certificato UNI ISO 45001:2018;
  • Adozione di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro di settore previsto da accordi INAIL-Parti sociali;
  • Adozione di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro non rientrante nei casi precedenti;
  • Adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all'art. 30 del D.Lgs 81/2008 asseverato;
  • Adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all'art. 30 del D.Lgs. 81/2008 non asseverato;
  • Adozione di un sistema di responsabilità sociale certificato SA 8000;

Rendicontazione sociale asseverata da parte terza indipendente.

Gli altri Assi:

Torna alle guide

iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professioni