Sostegno del sistema produttivo vinicolo di qualità

Richiedi informazioni

D.g.r. Lomb. 3486/2020

Agevolarating:

Fondi disponibiliModulisticaEntità agevolazioniProcedura

Regione Lombardia promuove, a seguito dell’emergenza sanitaria, un regime di sostegno del comparto produttivo vinicolo che si articola in due fasi.
La prima consiste in una manifestazione di interesse rivolta ai produttori e/o imbottigliatori dei vini Dop, Docg e Igp solo se fuori areale Dop (Vini Valcamonica, Terre Lariane e Ronchi Varesini), al fine di costituire un elenco di fornitori di vini di qualità, disposti a ricevere un numero di voucher proporzionale agli ettolitri imbottigliati nel 2019 per favorire l’offerta di vino di qualità al consumatore attraverso gli operatori della ristorazione che parteciperanno all’iniziativa (fase 2).

FASE 1.

Destinatari. Produttori/imbottigliatori di vini di qualità lombardi (le denominazioni DOCG, le denominazioni DOP e le Denominazioni IGP solo negli areali dove non sono presenti DOP: Vini Valcamonica, Terre Lariane e Ronchi Varesini).

La manifestazione di interesse rivolta ai produttori ed imbottigliatori prevede che gli interessati presentino domanda di adesione, dichiarando gli ettolitri di vino esclusivamente classificati come Docg, le denominazioni Dop e le Denominazioni Igp solo negli areali dove non sono presenti Dop (Vini Valcamonica, Terre Lariane e Ronchi Varesini), imbottigliati nel 2019.

Ciascun produttore/imbottigliatore avrà diritto a ricevere un numero di voucher secondo la sua capacità produttiva:

  • aziende che imbottigliano fino a 100 hl dei vini oggetto della promozione: numero massimo di n. 6 voucher;
  • aziende che imbottigliano da 100 a 500 hl: numero massimo di n.20 voucher;
  • aziende che imbottigliano oltre i 500hl: numero massimo di n. 40 voucher.

Ogni voucher ha il valore di euro 250,00.

Regime di aiuto: Quadro temporaneo.

Il produttore/imbottigliatore che ha aderito alla manifestazione di interesse dovrà vendere il vino di qualità al prezzo di mercato in un'unica soluzione.

Il valore del voucher verrà riconosciuto da Unioncamere Lombardia al produttore/imbottigliatore che emetterà la fattura scorporando la quota del voucher.
Il voucher può rappresentare fino a un massimo del 60% del valore della fornitura.
Il voucher non potrà essere frazionato. Ciascun voucher andrà utilizzato verso un solo produttore/imbottigliatore.

FASE 2

La misura si concretizza nella concessione di massimo due voucher per ciascun operatore della ristorazione da utilizzare presso i produttori/imbottigliatori selezionati. 

Beneficiari: PMI aventi almeno una sede operativa o un’unità locale in Lombardia e operanti nel settore della ristorazione (Codice Ateco I.56.10.11, 56.21, 56.30 primario o secondario e I 55.10).

Ciascun singolo voucher potrà essere utilizzato presso un produttore/imbottigliatore lombardo aderente all’iniziativa e inserito nell’elenco approvato da Unioncamere Lombardia, per l’acquisto di vino di qualità in bottiglia in un’unica soluzione

Il vino acquistato oggetto di voucher deve essere illustrato ai clienti come prodotto di qualità del territorio con le modalità ritenute più opportune da ciascun operatore.

Regime di aiuto: Quadro temporaneo.

Tipologia di istruttoria: valutativa a sportello.

Termini e modalità di presentazione delle domande (entrambe le fasi): di prossima pubblicazione.

[io bevo lombardo] [vino] [viticoltura] [vitivinicolo] [ristorazione] [vinificazione]

Riferimento di legge: D.g.r. Lomb. 3486/2020Note scadenza: Bando di prossima pubblicazioneDocumenti allegati (registrati per vederli): 1920_secondo provvedimento.zip

Torna alle agevolazioni

iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professionifondazione brescia musei