Sostegno alla formazione continua: commercio, turismo e servizi

Richiedi informazioni

Fondo For.Te avviso di sistema 3/19

Agevolarating:

Fondi disponibiliModulisticaEntità agevolazioniProcedura

Contributi fino a euro 200.000,00 per piani formativi territoriali e settoriali nazionali, e fino a euro 100.000,00 per piani aziendali.

Dotazione finanziaria: euro 55.000.000,00. 

ALTRI AVVISI FOR.TE ATTUALMENTE ATTIVI:

  • avviso 1/19 settore logistica, spedizioni, trasporti;
  • avviso 2/19 settore innovazione tecnologica, di prodotto e/o di processo;
  • avviso 4/19 settore socio-sanitario;
  • avviso 5/19 altri settori economici;
  • avviso 6/19 settore sviluppo sostenibile.

Beneficiari: imprese aderenti a For.Te per tutta la durata del piano formativo, fino alla conclusione della rendicontazione del piano medesimo (qualora l’adesione sia stata espressa nei 3 mesi antecedenti una delle due scadenze previste, l’azienda beneficiaria dovrà risultare aderente al massimo entro la data di avvio delle attività formative); le imprese devono essere operanti esclusivamente nei settori CommercioTurismo, Servizi, e non devono essere titolari di conti individuali aziendali e conti di gruppo, o componenti di quest’ultimo.
Solo successivamente alla pubblicazione sul sito istituzionale del Fondo, per singola scadenza, delle graduatorie dei piani finanziati, le aziende titolari di un conto individuale aziendale o di un conto di gruppo possono comunicare al fondo la volontà di aderire al piano settoriale nazionale/territoriale finanziato partecipando con le risorse accantonate sul proprio conto.

Destinatari: lavoratori/lavoratrici dipendenti (sono compresi gli apprendisti, i soci lavoratori delle cooperative ed i lavoratori a tempo determinato del settore pubblico).

Sono ammissibili piani formativi:

  • aziendali e interaziendali;
  • territoriali;
  • settoriali nazionali, che coinvolgano almeno 4 regioni.

Ciascun Piano formativo può riguardare una sola delle suddette tipologie.

Le azioni formative ammesse a finanziamento (contenute nei progetti, parti integranti del piano formativo) devono essere finalizzate:
  • all’aggiornamento continuo;
  • alla riqualificazione professionale;
  • all’adeguamento e alla riconversione delle competenze professionali;
  • alla promozione delle pari opportunità;
  • alla promozione della qualità del servizio ed alla soddisfazione del cliente.

Tematiche formative ammissibili: lingue straniere, italiano per stranieri; vendita e marketing; contabilità e finanza; gestione aziendale; lavoro d'ufficio e segreteria; sviluppo delle abilità personali; conoscenza del contesto lavorativo; informatica; tecniche per l'erogazione di servizi sanitari e sociali; salvaguardia ambientale; salute e sicurezza sul lavoro (solo se si opta per il regime de minimis); tecniche e metodologie per l'erogazione di servizi economici. 

I piani possono essere presentati da (piani aziendali): datori di lavoro per i propri dipendenti; consorzi di imprese; gruppi di imprese; ATI o ATS; reti di impresa; (piani territoriali e piani settoriali nazionali) soggetti iscritti nell’elenco degli organismi di formazione accreditati in una delle regioni italiane per la formazione continua; ATI o ATS; enti di cui all'art. 1 della Legge 40/1987 riconosciuti dal Ministero del Lavoro. 
Tali soggetti devono essere delegati dalle imprese beneficiarie.

La formazione può essere erogata attraverso le seguenti modalità: aula, seminari, FaD (Formazione  a Distanza), affiancamento, training on the job, coaching, outdoor; in ogni piano sono consentite più modalità di erogazione della formazione.

Sulle ore totali di formazione previste nel piano, le ore erogate attraverso FaD, affiancamento, training on the job, coaching non possono superare il 50%.

La formazione obbligatoria ai sensi dell’art. 37 del Testo Unico 81/2008 può essere prevista esclusivamente per le aziende beneficiarie che abbiano optato per il regime di aiuti di Stato “de Minimis”.
In ogni caso i piani formativi non possono prevedere più del 50% delle ore di formazione obbligatoria in materia di salute e sicurezza dei lavoratori sui luoghi di lavoro, calcolato sul totale delle ore di formazione previste nel piano. 

Durata massima dei piani formativi: 24 mesi.

Termini per la presentazione dei piani formativi: entro il 25/05/2021.

salvo esaurimento anticipato dei fondi disponibili.

[formazione] [formazione continua] [fondi interprofessionali] [formazione finanziata] [piano formativo]

Riferimento di legge: Fondo For.Te avviso di sistema 3/19Scadenza: 25-05-2021Note scadenza: Salvo esaurimento fondiDocumenti allegati (registrati per vederli): 1849_for.te avviso 3_19.zip

Torna alle agevolazioni

iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professionifondazione brescia musei