Patent Box: tassazione agevolata per i redditi derivanti da beni immateriali

Richiedi informazioni

L. 190/2014 art. 1 e ss.mm.ii.

Agevolarating:

Fondi disponibiliModulisticaEntità agevolazioniProcedura

Beneficiari. Tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato, tra cui:

  • società di capitali;
  • enti commerciali;
  • altri titolari di reddito d'impresa;
  • imprenditori individuali;
  • stabili organizzazioni in Italia di soggetti non residenti.

Beni agevolabili.

Software coperti da copyright: programmi per elaboratore in qualunque forma espressi purchè originali quale risultato di creazione intellettuale dell'autore.

Brevetti:

  • brevetti per invenzione;
  • brevetti per modello di utilità;
  • brevetti per nuove varietà vegetali;
  • topografie di prodotti a semiconduttori;
  • certificati complementari per prodotti medicinali;
  • certificati complementari per prodotti fitosanitari.

Disegni e modelli:

  • disegni e modelli giuridicamente tutelabili;
  • domande di registrazione di disegni e modelli;
  • i disegni e modelli registrati;
  • disegni e modelli comunitari non registrati che possiedano i requisiti di registrabilità;
  • disegni industriali che presentino carattere creativo e valore artistico.

Know-how: processi, formule e informazioni relative ad esperienze acquisite nel campo industriale, commerciale o scientifico giuridicamente tutelabili.

Ip uniti con vincolo di complementarietà: due o più beni immateriali tra quelli indicati ai punti precedenti, collegati tra loro da un vincolo di complementarietà tale per cui la realizzazione di un prodotto o di una famiglia di prodotti o di un processo o di un gruppo di processi sia subordinata all'uso congiunto degli stessi.

La condizione di applicabilità del regime agevolato del Patent Box è individuata nel collegamento dei beni immateriali all'attività di R&S che può essere ricompresa tra le seguenti categorie:

  • ricerca fondamentale: lavori sperimentali o teorici svolti per acquisire nuove conoscenze, poi utilizzate in ricerca applicata o design, oppure aventi quale principale finalità l’acquisizione di nuove conoscenze sui fondamenti di fenomeni e di fatti osservabili, senza che siano previste applicazioni o utilizzazioni pratiche dirette;
  • ricerca applicata: ricerca pianificata per sviluppare nuovi prodotti, processi o servizi (anche già esistenti); sviluppo sperimentale per sviluppare prodotti, processi, servizi nuovi o migliorati; definizione concettuale di nuovi prodotti/processi/servizi; test, prove, sperimentazioni; costruzione di prototipi, campioni, dimostrazioni; realizzazione di impianti e attrezzature necessarie per le attività precedenti;
  • design: attività di ideazione e progettazione di prodotti, processi e servizi, incluso l’aspetto esteriore di essi e di ciascuna loro parte;
  • ideazione e realizzazione di software protetto da copyright;
  • attività per deposito, ottenimento, mantenimento e protezione dei beni immateriali (ad es. ricerche di mercato, deposito e rinnovo dei diritti, gestione di contratti e contenziosi).

Beneficio fiscale: 50% del reddito derivante dall'utilizzo dei beni, per la durata di 5 anni rinnovabile (variazione in diminuzione ai fini del calcolo dell'imponibile IRES/IRAP).

La procedura presuppone un accordo preventivo con l’Agenzia delle Entrate (ruling, alternativo alla comunque possibile “autodeterminazione” in dichiarazione), a seguito del quale la società potrà beneficiare dell’agevolazione fiscale. L’opzione:

  • è valida per cinque periodi d’imposta;
  • è irrevocabile e rinnovabile;
  • è cumulabile con il credito d’imposta Ricerca e Sviluppo.

[ricerca] [innovazione] [ricerca e sviluppo] [brevetti] [attività innovative]

Riferimento di legge: L. 190/2014 art. 1 e ss.mm.ii.Note scadenza: Sempre apertaDocumenti allegati (registrati per vederli): 1943_Patent Box.zip

Torna alle agevolazioni

iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professionifondazione brescia musei