PID-contributi alle MPMI per l'innovazione digitale

Agevolazione Growing
Richiedi informazioni

Det. CCIAA BS 53/2019

Agevolarating:

Fondi disponibiliModulisticaEntità agevolazioniProcedura

Contributo del 50% delle spese, con un massimo di euro 10.000,00.

Dotazione finanziaria: euro 600.000,00.

Possono beneficiare del contributo le imprese bresciane.

Requisiti delle imprese richiedenti:

  • rientrare nei criteri comunitari di definizione di micro e PMI, nei limiti dimensionali stabiliti per settore economico di appartenenza:
    -con numero di dipendenti non superiore a 200, per le imprese industriali, e per le cooperative sociali O.N.L.U.S. attive nel settore servizi (di cui alla legge della Regione Lombardia 21/2003), con fatturato annuale non superiore a euro 40.000.000,00;

    -piccole e medie imprese commerciali, turistiche, agricole, con numero dipendenti non superiore a 40;
    -se imprese artigiane, con fatturato annuale non superiore a EURO 7 milioni;
  • avere sede legale e/o unità locale operativa nella provincia di Brescia;
  • essere in possesso della qualifica artigiana, ove previsto.

Gli investimenti dovranno essere effettuati dal 01/01/2019 al 31/12/2019. Possono essere presentate le fatture anche se non pagate, a patto che vengano pagate entro il 31/12/2019.

La spesa minima ammissibile è pari a euro 3.000,00.

Interventi ammissibili: investimenti in ambiti tecnologici di innovazione digitale previsti nel piano governativo di “Industria 4.0” inseriti nell’Elenco 1 e nell’Elenco 2.

Elenco 1: utilizzo delle tecnologie di cui agli allegati A e B della legge 11 dicembre 2016, n. 232 e s.m.i. inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi e, specificamente: 

  • soluzioni per la manifattura avanzata;
  • manifattura additiva;
  • realtà aumentata e virtual reality;
  • simulazione;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • industrial Internet e IoT;
  • cloud;
  • cybersicurezza e business continuity;
  • Big Data e Analytics;
  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain e della gestione delle relazioni con i diversi attori;
  • software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione.

Elenco 2: utilizzo di altre tecnologie digitali propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente
Elenco 1:

  • sistemi di e-commerce;
  • sistemi di pagamento mobile e/o via internet e fatturazione elettronica;
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • system integration applicata all’automazione dei processi;
  • RFID, barcode, sistemi di tracking;
  • system integration applicata all’automazione dei processi.

A titolo di esempio, il contributo può permettere all’azienda di:

  • misurare la propria maturità digitale (digital maturity assessment) ed identificare i propri bisogni di innovazione;
  • ottenere consulenza specialistica relativa all’impiego nella propria realtà produttiva delle tecnologie di cui agli Elenchi 1 e 2;
  • effettuare investimenti in hardware e software strettamente connessi al progetto di digitalizzazione aziendale 4.0;
  • ricevere formazione specialistica strettamente complementare all’utilizzo delle tecnologie previste agli Elenchi 1 e 2.

Spese ammissibili:

  • consulenza;
  • formazione (fino al 30% del totale della spesa prevista);
  • investimenti in attrezzature tecnologiche e programmi informatici necessari alla realizzazione del progetto nel limite del 50% del totale della spesa prevista per la formazione e/o per la consulenza.

Fornitori ammessi per i servizi di formazione e consulenza:

  • DIH-Digital Innovation Hub ed EDI-Ecosistema Digitale per l'Innovazione;
  • centri di ricerca e trasferimento tecnologico, Competence center di cui al Piano Industria 4.0, parchi scientifici e tecnologici, centri per l’innovazione, Tecnopoli, cluster tecnologici;
  • soggetti accreditati tramite Digital Innovation Hub (DIH) su tematiche I 4.0;
  • incubatori certificati;
  • FABLAB;
  • relativamente ai soli servizi di consulenza, start-up innovative;
  • relativamente ai soli servizi di consulenza, ulteriori fornitori che, in base ai criteri di valutazione previsti dal bando, ottengano un punteggio minimo di 60/100;
  • relativamente ai soli servizi di formazione, soggetti che, in base ai criteri di valutazione previsti dal bando, ottengano un punteggio minino di 60/100.

Non sono richiesti requisiti specifici per i fornitori di attrezzature tecnologiche e programmi informatici.

Termini di presentazione delle domande: dal 10/04/2019 al 31/10/2019.

Riferimento di legge: Det. CCIAA BS 53/2019Scadenza: 31-10-2019Documenti allegati (registrati per vederli): 1450_Info Det. CCIAA BS 53_2019 PID Brescia.zip 1450_2019.zip

Torna alle agevolazioni

iso 9001audit energeticoquestiobaqfondo professioni