"ON"- Oltre Nuove imprese a tasso zero

Richiedi informazioni

D.Lgs 185/2000 e ss.mm.ii.

Agevolarating:

Fondi disponibiliModulisticaEntità agevolazioniProcedura

Finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto.

Obiettivo: sostenere, su tutto il territorio nazionale, la creazione e lo sviluppo di micro e piccole imprese a prevalente o totale partecipazione giovanile o femminile.

Beneficiarie sono le imprese:

  • a) costituite da non più di 60 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione;
  • b) di micro e piccola dimensione;
  • c) costituite in forma societaria;
  • d) in cui la compagine societaria sia composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da soggetti di età compresa tra i 18 ed i 35 anni ovvero da donne.

Possono richiedere le agevolazioni le persone fisiche che intendono costituire un’impresa purché facciano pervenire la documentazione necessaria a comprovare l’avvenuta costituzione dell’impresa e il possesso dei requisiti richiesti per l’accesso alle agevolazioni.

Settori esclusiproduzione primaria dei prodotti agricoli; carboniero relativamente agli aiuti per agevolare la chiusura di miniere di carbone non competitive. 

Le agevolazioni non possono essere concesse per il sostegno ad attività connesse all’esportazione verso paesi terzi o Stati membri, ossia per programmi d’impresa direttamente collegati ai quantitativi esportati, alla costituzione e gestione di una rete di distribuzione o ad altre spese correnti connesse con l’attività d’esportazione e per gli interventi subordinati all’impiego preferenziale di prodotti interni rispetto ai prodotti di importazione.

Sono ammissibili programmi di investimento promossi nei seguenti settori:

  • produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato e della trasformazione di prodotti agricoli, inclusi quelli afferenti all’innovazione sociale (produzione di beni che creano nuove relazioni sociali ovvero soddisfano nuovi bisogni sociali);
  • fornitura di servizi alle imprese e/o alle persone;
  • commercio di beni e servizi;
  • turismo, incluse le attività turistico-culturali finalizzate alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico.

Per le imprese costituite da non più di 36 mesi, i programmi di investimento devono:

  • prevedere spese ammissibili, comprese quelle afferenti ai costi iniziali di gestione, di importo non superiore a euro 1.500.000,00;
  • essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di agevolazione ovvero dalla data di costituzione della società nel caso in cui la domanda sia presentata da persone fisiche.

Spese ammissibili: opere murarie e assimilate (max. 30% dell'investimento); macchinari, impianti ed attrezzature varie nuovi di fabbrica; programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione; acquisto di brevetti o acquisizione di relative licenze d’uso; consulenze specialistiche (max. 5% dell'investimento); oneri connessi alla stipula del contratto di finanziamento e alla costituzione della società.  

Nel limite del 20% delle spese di investimento è ammissibile un importo a copertura delle esigenze di capitale circolante, connesso a: materie prime, materiali di consumo e merci; servizi necessari allo svolgimento delle attività dell’impresa; godimento di beni di terzi, comprendenti le spese di affitto relative alla sede aziendale e i canoni di leasing e i costi di affitto relativi a impianti, macchinari e attrezzature. 

Agevolazione: finanziamento agevolato a tasso zero, durata massima di dieci anni e contributo a fondo perduto per un importo complessivamente non superiore al 90% della spesa. La parte concessa nella forma di finanziamento agevolato deve essere pari ad almeno il 50% delle agevolazioni complessivamente concesse. Vengono erogati anche servizi di tutoraggio tecnico-gestionale con un valore massimo di euro 10.000,00.

Per le imprese costituite da più di 36 mesii programmi di investimento (volti alla realizzazione di nuove unità produttive ovvero al consolidamento e allo sviluppo di attività esistenti attraverso l’ampliamento dell’attività, la diversificazione della produzione mediante prodotti nuovi aggiuntivi o la trasformazione radicale del processo produttivo) devono:

  • prevedere spese ammissibili di importo non superiore a euro 3.000.000,00;
  • essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di agevolazione.

Spese ammissibili: acquisto dell’immobile sede dell’attività (solo per settore turismo, e max. 40% dell'investimento); opere murarie e assimilate (max. 30% dell'investimento); macchinari, impianti ed attrezzature nuovi di fabbrica; programmi informatici, brevetti, licenze e marchi.

Agevolazione: finanziamento agevolato, a tasso zero, durata massima di dieci anni e contributo a fondo perduto per un importo complessivamente non superiore al 90% della spesa ammissibile.

Tutti i programmi di investimento devono essere ultimati entro 24 mesi dalla stipula del contratto di finanziamento. Ciascuna domanda di agevolazione deve essere correlata a un solo programma di investimento.

Tutti i beni e servizi devono essere acquistati da terzi che non hanno relazioni con l’acquirente.

Tipologia di istruttoria: valutativa a sportello. Qualora le risorse residue non consentano l’integrale accoglimento delle spese ammissibili previste dalla domanda, le agevolazioni sono concesse in misura parziale rispetto all’ammontare delle spese.

Regime di aiuto: Reg. 651/2014 (finanziamenti e contributi); de minimis (servizi di tutoraggio).

Termini di presentazione delle domande: dal 19/05/2021 fino a esaurimento fondi.

[nuove imprese] [donne] [giovani] [imprenditoria femminile] [invitalia] [investimenti] [incentivi]

Riferimento di legge: D.Lgs 185/2000 e ss.mm.ii.Note scadenza: Da 19/05/21 fino a esaurimentoDocumenti allegati (registrati per vederli): 176_Normativa_M.zip

Torna alle agevolazioni

iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professionifondazione brescia musei