Incentivi per diagnosi energetiche e ISO 50001

Richiedi informazioni

D.g.r. Lomb. 2479/2019

Agevolarating:

Fondi disponibiliModulisticaEntità agevolazioniProcedura

Contributo a fondo perduto del 50% con un massimo di euro 8.000,00 per la diagnosi energetica e 16.000,00 per l’adozione del sistema di gestione ISO 50001.

Il bando è finalizzato all’efficientamento energetico delle PMI, con particolare riferimento alle imprese la cui attività comporta notevoli consumi energetici pur senza rientrare nella definizione di impresa energivora.

L’obiettivo è di incentivare le PMI, con codice ATECO B (Estrazione di minerali da cave e miniere) o C (Attività manifatturiere), a realizzare la diagnosi energetica o ad aderire al sistema di gestione dell’energia ISO 50001 in una o più delle sedi operative situate in Lombardia, fino ad un massimo di 10, in cui l’impresa svolge la propria attività.

Dotazione finanziaria: euro 2.238.750,00.

Beneficiari: piccole e medie imprese. Esse devono - alla data di presentazione della domanda - essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • partita IVA registrata nelle sezioni del codice ATECO B (Estrazione di minerali da cave e miniere) o C (Attività manifatturiere);
  • regolarmente costituite da almeno due anni;
  • se si tratta di imprese di servizi, essere costituite sotto forma di società;
  • non essere soggetti obbligati ai sensi del D.Lgs 102/2014, ovvero non essere iscritte negli elenchi pubblicati dalla CSEA - Cassa per i servizi Energetici e Ambientali sensi del D.M. 21/12/2017; qualora lo siano, potranno chiedere il contributo unicamente per l’adozione del sistema di gestione ISO 50001.

Ogni soggetto può presentare una sola domanda anche se riguarda più sedi operative (fino al massimo di 10).
Per ciascuna sede operativa il soggetto istante dovrà indicare se chiede il contributo per realizzare la diagnosi energetica o per aderire alla norma ISO 50001.

Interventi ammissibili:

  • diagnosi energetica: dovrà essere redatta in conformità ai criteri di cui all’allegato 2 del D.Lgs 102/2014, comprovata dal rispetto delle norme tecniche UNI CEI 16247-1-3, in data successiva alla comunicazione regionale di assegnazione del contributo e dovrà essere completata nei successivi 4 mesi. Entro 24 mesi dalla data di consegna all’impresa del rapporto di diagnosi, dovrà essere realizzato almeno un intervento di efficientamento energetico tra quelli suggeriti dalla diagnosi. Tali interventi dovranno assicurare un miglioramento dell’indice di prestazione energetica dell’impresa (inteso come rapporto tra le prestazioni, i servizi, i beni o l’energia prodotta, e l'immissione di energia primaria) non inferiore al 2% rispetto alla media degli ultimi 2 anni.
    E’ consentito protrarre la durata di svolgimento della diagnosi energetica, purché la durata complessiva (diagnosi e realizzazione di almeno un intervento) non superi i 28 mesi dalla data di comunicazione del contributo regionale;
  • adozione della norma ISO 50001: il certificato di conformità del sistema di gestione dell’energia alla norma ISO 50001 dovrà essere rilasciato da un organismo terzo, indipendente e accreditato. Il certificato dovrà riguardare l’intera sede operativa e non essere circoscritto ad una sola filiera produttiva; inoltre dovrà essere acquisito in data successiva alla data di comunicazione del contributo regionale ed entro 28 mesi dalla comunicazione medesima.

Le PMI che ottengono il contributo per la realizzazione della diagnosi energetica in una o più delle loro sedi operative potranno presentare, nel caso in cui la dotazione finanziaria del bando non sia esaurita, domanda di contributo anche per l’adozione del sistema di gestione ISO 50001 per le medesime sedi operative.

Spese ammissibili:

  • diagnosi: incarico a tecnici esperti, esterni all’impresa, per la redazione della diagnosi energetica; eventuale installazione di software o altri dispositivi per la misurazione;
  • sistema di gestione: costo della certificazione di conformità alla norma ISO 50001, rilasciata da un organismo terzo, indipendente e accreditato; costo per consulenze (quali supporto successivo all’acquisizione del certificato di conformità, costo per la formazione al personale, costo per l’acquisto di software e di altri dispositivi per la raccolta, la misurazione e l’analisi).

Regime di aiuto: de minimis (reg. UE 1407/2013).

Termini di presentazione delle domande: dalle ore 10:00 del 24/02/2020 alle ore 16:00 del 31/03/2022. Procedura "valutativa a sportello" (ordine cronologico).

[energia] [diagnosi energetica] [ISO] [ISO 50001] [consumi] [analisi consumi] [certificazione] [imprese energivore] [imprese obbligate] [pmi]

Riferimento di legge: D.g.r. Lomb. 2479/2019Scadenza: 31-03-2022Note scadenza: Fino a esaurimento fondiDocumenti allegati (registrati per vederli): 1363_Nuovo bando 2019 e.zip

Torna alle agevolazioni

iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professionifondazione brescia musei