Incentivi a piani aziendali di Smart working

Richiedi informazioni

POR FSE Lomb. 2014-2020 Asse I Azione 8.6.1

Agevolarating:

Fondi disponibiliModulisticaEntità agevolazioniProcedura

Voucher (a fondo perduto) fino a euro 22.500,00.

Il bando è finalizzato a promuovere modelli innovativi di organizzazione del lavoro per incrementare la produttività aziendale e il benessere di lavoratori e lavoratrici, e ad agevolare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.

Dotazione finanziaria: euro 4.500.000,00.

Beneficiari del bando sono i soggetti che sede operativa in Lombardia, che esercitano attività economica, ovvero:

  • imprese regolarmente iscritte alla Camera di Commercio di competenza (non vi sono limiti dimensionali), oppure
  • soggetti, in forma singola o associata, non iscritti alla Camera di Commercio, in possesso di partita IVA. Questi soggetti nel caso fossero iscritti al Registro delle imprese dovranno partecipare in qualità di micro, piccola o media impresa.

Sono ammissibili anche le imprese che hanno introdotto il lavoro agile per i propri dipendenti nel periodo dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, e sostenuto le spese a partire dal 25 febbraio 2020 per la durata dello stato di emergenza di cui alla deliberazione del Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020 a condizione che: 

  • abbiano assolto gli obblighi di informativa di cui all’art. 22 della legge 22 maggio 2017, n. 81, anche in via telematica;
  • abbiano assolto agli obblighi di comunicazione di cui all'articolo 9-bis del decreto-legge 1º ottobre 1996, n. 510, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 novembre 1996, n. 608 (caricamento sul sito ministeriale ClicLavoro).

Requisiti:

  • presenza di almeno una sede operativa in Lombardia (al momento dell'accettazione del contributo);
  • almeno 3 dipendenti;
  • non essere già in possesso di un piano di smart working regolamentato o del relativo accordo aziendale;
  • non essere uno dei seguenti soggetti: soggetti che erogano attività di formazione iscritti alle sezioni A e B dell’Albo regionale degli operatori accreditati, università lombarde e loro consorzi; soggetti iscritti all’Albo regionale degli accreditati per servizi al lavoro.

Ogni soggetto può presentare una sola domanda.

Ai beneficiari dell’agevolazione, in possesso dei requisiti previsti, è messo a disposizione un voucher aziendale a fondo perduto per la fruizione di servizi di consulenza e formazione e per l'acquisto di strumenti tecnologici. L'importo del voucher varia in ragione del numero dei dipendenti.

Nel conteggio dei dipendenti si devono ricomprendere le seguenti tipologie contrattuali:

  • contratto di lavoro di diritto privato a tempo indeterminato o a tempo determinato (in entrambi i casi sia a tempo pieno, sia a tempo parziale);
  • contratto di apprendistato (ai sensi del D.Lgs. 81/2015);
  • soci-lavoratori di cooperative (sia che partecipino o non partecipino agli utili).

Interventi ammessi.

Azione A:

  1. attività preliminari all’adozione del piano di smart working: supporto nella definizione della policy aziendale sullo smart working e delle procedure idonee a introdurre la modalità di lavoro smart e nella redazione del piano di smart working;
  2. attività di formazione rivolta al management/middle management e agli smart worker: accompagnamento del management al cambiamento organizzativo e dei modelli manageriali tradizionali; accompagnamento dei lavoratori a gestire la propria attività in assenza di vincoli orari o spaziali. È obbligatoria l’erogazione della formazione rivolta al management/middle management e ai lavoratori e lavoratrici coinvolti nel progetto pilota.
    Ogni azione formativa deve durare almeno 16 ore e prevedere al massimo 10 partecipanti. Il numero massimo di ore varia in ragione del numero dei dipendenti. La percentuale media di partecipazione dovrà essere superiore al 75% delle ore di formazione previste. 
  3. avvio e monitoraggio di un progetto pilota: supporto ai beneficiari nella sperimentazione del piano di smart working; il progetto sperimentale deve avere una durata minima di 5 mesi e dovrà coinvolgere un numero minimo di dipendenti variabile in ragione del numero di dipendenti complessivo.

Azione B: acquisto di strumentazione tecnologica (non è ammesso il noleggio/leasing), quale hardware (notebook, smartphone e accessori) e software funzionali allo svolgimento della prestazione lavorativa in modalità smart working.
Deve essere dimostrabile che l’utenza delle componenti hardware e software è rappresentata dagli smart worker.

Tutti gli interventi di cui all’azione A devono essere realizzati obbligatoriamente.

Per la fruizione del voucher, i soggetti beneficiari dell’agevolazione devono rivolgersi esclusivamente a un solo operatore inserito  nell'Albo regionale degli accreditati per i servizi di istruzione e formazione professionale - sez. A e B -, e/o all'Albo regionale degli accreditati per i servizi al lavoro, di cui alla D.g.r. 2412/2011, con numero definitivo di iscrizione alla data di presentazione della domanda di finanziamento.

L'erogazione delle attività di supporto, formazione, avvio e monitoraggio del progetto pilota, incluse le prestazioni di profilo altamente specialitico, nonchè la gestione delle attività, devono essere effettuate dall'operatore accreditato. Pertanto, per l’eventuale acquisizione di professionalità specialistiche non possedute al proprio interno, l’operatore accreditato deve affidarsi esclusivamente alla collaborazione di persone fisiche.

 

Tutte le attività dovranno essere realizzate entro i 270 giorni solari dall’invio della "comunicazione di avvio".

Regime di aiuto: de minimis.

Il voucher non è cumulabile con ulteriori contributi comunitari, nazionali, regionali o locali, erogati per gli stessi servizi.

La misura è sospesa per esaurimento fondi, si è in attesa del rifinanziamento.

[smart working] [smartworking] [telelavoro] [lombardia] [regione] [welfare] [conciliazione vita lavoro] [conciliazione] [vita lavoro] [formazione] [tecnologia] [hardware] [software]

Riferimento di legge: POR FSE Lomb. 2014-2020 Asse I Azione 8.6.1Note scadenza: In attesa di rifinanziamentoDocumenti allegati (registrati per vederli): 1840_POR LOMB FSE Asse I smartworking.pdf

Torna alle agevolazioni

iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professionifondazione brescia musei