Fondo Nazionale per l'efficienza energetica

Richiedi informazioni

D.I. 22/12/2017 e s.m.i.

Agevolarating:

Fondi disponibiliModulisticaEntità agevolazioniProcedura

Finanziamento agevolato fino all'80% dei costi ammissibili, e garanzia su singole operazioni di finanziamento fino all'80% dei costi agevolabili.

Il Fondo Nazionale per l’Efficienza Energetica - FNEE è un incentivo che sostiene la realizzazione di interventi finalizzati a garantire il raggiungimento degli obiettivi nazionali di efficienza energetica, in linea con quanto previsto dal Protocollo di Kioto.

Beneficiari:

  • imprese (in forma singola o associata/aggregata quali Consorzi, Contratti di rete e ATI);
  • ESCO (in forma singola o associata/aggregata quali Consorzi, Contratti di rete e ATI);
  • Pubbliche Amministrazioni (in forma singola o associata/aggregata quali Protocolli d’intesa, Convenzioni, Accordi di programma).

Le imprese e le ESCO devono:

  • essere costituite da almeno 2 anni e iscritte nel registro imprese;
  • tenere una contabilità separata;
  • rispettare l’impegno Deggendorf;
  • aver ottenuto la certificazione secondo la UNI CEI 11352 (solo per ESCO).

Interventi ammissibili

  • riduzione dei consumi di energia nei processi industriali;
  • realizzazione e/o implementazione di reti ed impianti di teleriscaldamento e teleraffrescamento;
  • efficientamento di servizi ed infrastrutture pubbliche, inclusa la pubblica illuminazione;
  • riqualificazione energetica degli edifici.

Spese ammissibili:

  • consulenze (nella misura max del 10% delle spese ammissibili) con riferimento in particolare alle spese per progettazioni ingegneristiche relative alle strutture dei fabbricati e degli impianti, direzione lavori, collaudi di legge, progettazione e implementazione di sistemi di gestione energetica, studi di fattibilità nonché la predisposizione dell’attestato di prestazione energetica degli edifici e della diagnosi energetica degli edifici pubblici;
  • impianti, macchinari e attrezzature: le apparecchiature, gli impianti nonché macchinari e attrezzature varie (inclusi i sistemi di telegestione, telecontrollo e monitoraggio per la raccolta dei dati riguardanti i risparmi conseguiti) comprensivi delle forniture di materiali e dei componenti previsti per la realizzazione dell’intervento;
  • interventi sull’involucro edilizio comprensivi di opere murarie e assimilate, ivi inclusi i costi per gli interventi di mitigazione del rischio sismico, qualora riguardanti elementi edilizi interessati dagli interventi di efficientamento energetico;
  • infrastrutture specifiche comprese le opere civili, i supporti, le linee di adduzione dell’acqua, dell’energia elettrica - comprensivo dell’allacciamento alla rete – del gas e/o del combustibile biomassa necessari per il funzionamento dell’impianto, nonché i sistemi di misura dei vari parametri di funzionamento dell’impianto. 

Per le imprese e le ESCO le agevolazioni sono concesse sotto forma di finanziamento e/o garanzia; per la PA le agevolazioni sono concesse sotto forma di finanziamento.

La garanzia è prevista per le imprese e le ESCO su singole operazioni di finanziamento (comprensive di capitale ed interessi) e copre fino all’80% dei costi agevolabili per importi da euro 150.000,00 a euro 2.500.000,00. Durata massima di 15 anni.

Finanziamento a tasso agevolato dello 0.25%:

  • per le Imprese e le ESCO a copertura di un massimo del 70% dei costi agevolabili per importi compresi tra euro 250.000,00 ed euro 4.000.000,00. Durata massima 10 anni.
  • per le PA a copertura di un massimo del 60% dei costi agevolabili (80% in caso di interventi su infrastrutture pubbliche, compresa l’illuminazione pubblica) per importi compresi tra euro 150.000,00 ed euro 2.000.000,00. Durata massima 15 anni.

Termini di presentazione delle domande: dal 20/05/2019.

Riferimento di legge: D.I. 22/12/2017 e s.m.i.Documenti allegati (registrati per vederli): 1551_Fondo nazionale risparmio energetico_V.zip

Torna alle agevolazioni

iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professionifondazione brescia musei