Dote Unica Lavoro

Richiedi informazioni

D.g.r. Lomb. 3470/2020 e ss.mm.ii.

Agevolarating:

Fondi disponibiliModulisticaEntità agevolazioniProcedura

Regione Lombardia conferma la centralità del sistema dotale e, attraverso Dote Unica Lavoro, intende far fronte alle conseguenze dell’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia COVID-19 che, da febbraio 2020, ha colpito in modo intenso e significativo il mercato del lavoro lombardo.
Obiettivo: assicurare un maggiore supporto nella ricollocazione e nella riqualificazione professionale dei lavoratori coinvolti nella crisi, garantendo la centralità della persona e la libertà di scelta. In particolare ci si propone di:

  • offrire un percorso personalizzato che tenga conto delle diverse esigenze e caratteristiche delle persone;
  • offrire un insieme di servizi attraverso la scelta tra diversi operatori (pubblici e privati) e attraverso modalità che tendano a incentivare il risultato occupazionale. 

Dotazione finanziaria: euro 47.000.000,00.

Destinatarie sono le persone fino a 65 anni che, alla presentazione della domanda di dote, siano in possesso dei requisiti seguenti:

  • disoccupati privi di impiego, residenti e/o domiciliati in Lombardia, con almeno 30 anni di età;
  • occupati sospesi in unità produttive/operative ubicate in Lombardia che siano percettori di un ammortizzatore sociale, compresi coloro che beneficiano di trattamenti di integrazione salariale in deroga e con “causali” COVID-19;
  • occupati appartenenti alla forza pubblica (Militari congedandi e personale, militare e civile, delle Forze dell’ordine e Forze armate), residenti e/o domiciliati in Regione Lombardia;
  • iscritti a un Master universitario di I° e II° livello, residenti e/o domiciliati in Regione Lombardia.

La persona ha a disposizione una dote ossia uno specifico budget, entro i limiti del quale concorda con l’operatore i servizi al lavoro o alla formazione funzionali alle proprie esigenze di occupazione e/o qualificazione.
Il budget varia in relazione alla fascia di intensità di aiuto cui la persona è assegnata, secondo queste TABELLE.

Tipologie di servizi attivabili:

A. Accesso al servizio:

  • 1. Presa in carico.

B. Orientamento e formazione:

  • 2. Orientamento individuale;
  • 3. Orientamento di gruppo e formazione.

C. Percorso a risultato:

  • 4. Inserimento lavorativo;
  • 5. Tirocinio;
  • 6. Autoimprenditorialità.

La persona in possesso dei requisiti per l’accesso a Dote Unica Lavoro può rivolgersi agli operatori accreditati di Regione Lombardia o agli Atenei Universitari. L’invio della domanda di dote a Regione Lombardia è in capo all’operatore.

Istruttoria delle domande: a sportello.

Termini di presentazione delle domande: entro il 30/09/2022 salvo esaurimento fondi.

La D.g.r. 3870 del 17/11/2020 ha previsto l'introduzione della nuova componente degli incentivi occupazionali rivolti alle imprese che assumono (presso un’unità produttiva/sede operativa ubicata in Lombardia), i destinatari della dote. Gli importi degli incentivi sono differenziati per tipologia di contratto da un minimo di euro 5.000,00 fino ad un massimo di euro 9.000,00 per l’assunzione di donne o over 55. La dotazione finanziaria per questa misura è pari a euro 20.000.000,00.

Possono accedere al contributo i datori di lavoro:

  • regolarmente iscritti presso il registro delle imprese della CCIAA territorialmente competente con stato attivo, per coloro che sono tenuti a tale adempimento;
  • non iscritti presso il registro delle imprese ma che esercitano, anche se in forma non prevalente, attività di tipo economico e sono in possesso di una partita IVA;
  • lavoratori autonomi esercenti arti o professioni con partita IVA attiva, in forma singola o associata.

Sono esclusi i seguenti codici ATECO: 96.04.1, 96.04.10, 92.00.01, 92.00.02, 92.00.09, 47.78.94.

L’incentivo potrà essere riconosciuto a partire dai contratti di lavoro subordinato (indeterminato, determinato di almeno 12 mesi, apprendistato; è ammesso il tempo parziale con almeno 20 ore settimanali) sottoscritti successivamente alla data del 26/07/2021.

Al contributo si aggiunge un ulteriore valore di euro 1.000,00 se l’assunzione viene effettuata da un datore di lavoro con meno di 50 dipendenti o da un’impresa, in forma cooperativa, costituita dai lavoratori di imprese in crisi.

Termini di presentazione delle domande: dal 15/04/2021 al 30/06/2022 salvo esaurimento fondi.

Sarà inoltre previsto uno specifico strumento di indennità di partecipazione (contributo di euro 1.000,00), quale sostegno ai lavoratori parasubordinati (giovani NEET ex lavoratori parasubordinati privi di partita IVA che avevano un contratto di collaborazione coordinata e continuativa, anche a progetto, attivo al 23 febbraio o successivamente a tale data, e non più in corso), colpiti dalla crisi e privi di altre tutele, e che intendono avviare un percorso di orientamento alla ricerca di lavoro, ricollocazione e riqualificazione. I destinatari non devono percepire altre forme di sostegno al reddito (NASPI, DIS-COLL, Reddito di Cittadinanza, Reddito di emergenza, prestazioni pensionistiche).

Le persone in possesso dei requisiti che intendono avviare il percorso sono tenute a aderire al programma Garanzia Giovani e presentare domanda di dote rivolgendosi a un operatore in possesso di accreditamento definitivo per l’erogazione dei servizi al lavoro. L’operatore supporta il destinatario nella definizione del percorso da seguire.

  • Termini di presentazione della domanda di dote: entro il 15/07/2021;
  • termini di presentazione della domanda di pagamento del contributo: entro il 30/09/2021.

[dote] [lombardia] [dote unica lavoro] [fase iv] [fase 4] [covid] [dpcm]

Riferimento di legge: D.g.r. Lomb. 3470/2020 e ss.mm.ii.Scadenza: 30-09-2022Note scadenza: Salvo esaurimento fondiDocumenti allegati (registrati per vederli): 1670_Fase 4_M3.zip

Torna ai finanziamenti alla formazione

iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professionifondazione brescia musei