Decreto Sostegni: contributo a fondo perduto

Richiedi informazioni

D.L. 22/03/2021 art. 1 commi 1-17

Agevolarating:

Fondi disponibiliModulisticaEntità agevolazioniProcedura

Contributo a fondo perduto con un massimo di euro 150.000,00.

Obiettivo: sostenere gli operatori economici colpiti dall'emergenza epidemiologica da Covid-19.

Dotazione finanziaria: euro 11.150.000.000,00. 

Beneficiari: soggetti titolari di partita IVA, residenti o stabiliti nel territorio dello Stato, che svolgono attività d'impresa, arte o professione o producono reddito agrario (sono ammissibili al contributo anche i lavoratori autonomi iscritti agli Ordini professionali).

Il contributo a fondo perduto non spetta, in ogni caso: ai soggetti la cui attività risulti cessata alla data del 23/03/2021, ai soggetti che hanno attivato la partita IVA dopo tale data, agli enti pubblici, agli intermediari finanziari e alle società di partecipazione (finanziaria e non).

Condizioni per la richiesta del contributo:

  • i ricavi o compensi dei soggetti richiedenti non devono essere superiori a euro 10.000.000,00 nel periodo d'imposta in corso alla data del 31/12/2019;
  • l'ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell'anno 2020 deve essere inferiore almeno del 30% rispetto all'ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell'anno 2019. Ai soggetti che hanno attivato la partita IVA dal 01/01/2019 il contributo spetta anche in assenza di questo requisito.

In caso il soggetto svolga più attività, il limite dei 10 milioni di euro per l’accesso al beneficio e la fascia del valore dei ricavi/compensi da indicare dipenderà dalla somma dei ricavi/compensi riferiti a tutte le attività.

Calcolo del contributo.

Il contributo a fondo perduto è determinato applicando una percentuale alla differenza tra l'ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell'anno 2020 e l'ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell'anno 2019, come segue:

  • a) 60% per i soggetti con ricavi o compensi (2019) non superiori a euro 100.000,00;
  • b) 50% per i soggetti con ricavi o compensi (2019) compresi tra euro 100.000,00 e 400.000,00;
  • c) 40% per i soggetti con ricavi o compensi (2019) compresi tra euro 400.000,00 e 1.000.000,00;
  • d) 30% per i soggetti con ricavi o compensi (2019) compresi tra euro 1.000.000,00 e 5.000.000,00;
  • e) 20% per i soggetti con ricavi o compensi (2019) compresi tra euro 5.000.000,00 e 10.000.000,00.

Per i soggetti che hanno attivato la partita IVA dal 01/01/2019, ai fini della media rilevano i mesi successivi a quello di attivazione della partita IVA.

Contributo minimo: euro 1.000,00 per le persone fisiche; euro 2.000,00 per gli altri soggetti. 
Contributo massimo: euro 150.000,00.

Il contributo non concorre alla formazione della base imponibile delle imposte sui redditi e non concorre alla formazione del valore della produzione netta

Il contributo (a scelta irrevocabile del beneficiario) può essere riconosciuto nella sua totalità sotto forma di credito d'imposta utilizzabile esclusivamente in compensazione.

Regime di aiuto: Quadro temporaneo per gli aiuti di Stato.

Termini di presentazione delle domande: dal 30/03/2021 al 28/05/2021; in tale periodo è possibile, in caso di errore, presentare una nuova istanza, in sostituzione dell’istanza precedentemente trasmessa. L’ultima istanza trasmessa sostituisce tutte quelle precedentemente inviate.

ESEMPIO

Impresa con fatturato:
2019: 550.000 euro;
2020: 250.000 euro (calo di fatturato > 30%)
Perdita media mensile registrata nel 2020 rispetto al 2019: 300.000/12=25.000 euro;
Contributo a fondo perduto: 40% x 25.000 = 10.000 euro.
 
[sostegni] [ristori] [covid] [covid 19] [dpcm] [coronavirus] 
Riferimento di legge: D.L. 22/03/2021 art. 1 commi 1-17Scadenza: 28-05-2021Documenti allegati (registrati per vederli): 1991_Normativa.zip

Torna alle agevolazioni

iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professionifondazione brescia musei