Contributi per la valorizzazione del patrimonio minerario

Richiedi informazioni

D.g.r. Lomb. 4198/2021

Agevolarating:

Fondi disponibiliModulisticaEntità agevolazioniProcedura

Contributo a fondo perduto fino al 100% delle spese.

Gli interventi devono essere finalizzati al recupero e alla valorizzazione del patrimonio minerario dismesso a
fini turistici, culturali, sociali e di ricerca scientifica, nel rispetto dei principi di salvaguardia della sicurezza dei
territori interessati, della salute e della sicurezza degli operatori, dei lavoratori e dei fruitori dei siti minerari
dismessi oggetto di valorizzazione.

Dotazione finanziaria: euro 1.860.000,00.

Sono beneficiari dei contributi i soggetti pubblici, in forma singola o associata (Comuni, province, Comunità Montane, Unione di Comuni o altre modalità di intese o di aggregazione tra comuni).

Categorie di interventi ammissibili:

  • interventi per la messa in sicurezza dei siti minerari dismessi valorizzati, o valorizzabili, e delle loro pertinenze (ad es. messa in sicurezza di gallerie di carreggio, rimonte, discenderie; realizzazione di uscite secondarie di emergenza; sistemazione di tratti di gallerie per la fruizione di persone con disabilità);
  • interventi di valorizzazione del patrimonio minerario dismesso (ad es. recupero di costruzioni quali case dei minatori, locali mensa, locali compressori, officine; interventi per migliorare la valorizzazione dei siti, quali viabilità di accesso, parcheggi; creazione o sistemazione di archivi);
  • acquisizioni per la messa in sicurezza dei siti (ad es. sistemi di monitoraggio dell’ammasso roccioso per la misura di sforzi/deformazioni; impianti di illuminazione generale e di emergenza; strumenti per igienizzare gli ambienti);
  • acquisizioni per la valorizzazione del patrimonio minerario dismesso (ad es. impianti per migliorare l’accessibilità e la fruizione, ad esempio trenino elettrico per accompagnare i visitatori; simulatori virtuali).

Il finanziamento sarà attribuito a interventi con progettazione sviluppata almeno a livello definitivo e riferita a siti già autorizzati ai sensi del R.R. n. 2 del 17 marzo 2015. Nel caso in cui tali interventi non esauriscano i finanziamenti disponibili, saranno finanziati anche interventi con progettazione sviluppata almeno a livello di fattibilità.

Sono ammissibili le spese in conto capitale relative a:

  • realizzazione di opere e lavori;
  • acquisizione di beni quali l'acquisto di impianti, macchinari, attrezzature tecnico-scientifiche, mezzi di trasporto e altri beni mobili ad utilizzo pluriennale;
  • spese tecniche di progettazione, di verifica, validazione, direzione dei lavori, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, collaudo, studi propedeutici e indagini.

Tipologia di istruttoria: valutativa di natura formale e tecnica.

La modalità di erogazione e la rendicontazione dei finanziamenti relativi alla esecuzione degli interventi, la ripartizione e le modalità di erogazione del contributo verranno definite in fase di assegnazione dello stesso, anche in relazione alla durata prevista per la realizzazione degli interventi.

Gli interventi dovranno essere rendicontati entro il 31/12/2022.

Termini di presentazione delle domande: entro il 15/03/2021.

[miniera] [miniere] [valorizzazione] [territorio] [turismo] [attrattività] [lombardia]

Riferimento di legge: D.g.r. Lomb. 4198/2021Scadenza: 15-03-2021Documenti allegati (registrati per vederli): 1969_Normativa.zip

Torna alle agevolazioni

iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professionifondazione brescia musei