Contributi per i Distretti del cibo

Richiedi informazioni

D.M. 22/07/2019

Agevolarating:

Fondi disponibiliModulisticaEntità agevolazioniProcedura

Contributi in conto capitale variabili a seconda della tipologia di intervento.

Distretti del cibo hanno l'obiettivo di garantire risorse e opportunità per la crescita e il rilancio a livello nazionale di filiere e territori, operando attraverso programmi di progettazione integrata territoriale.

Il riconoscimento dei Distretti viene affidato alle Regioni e alle Province autonome che provvedono a comunicarlo al Mipaaf, presso il quale è istituito il Registro nazionale dei Distretti del Cibo.

In particolare:

  • il contratto di distretto ha lo scopo di promuovere lo sviluppo territoriale, la coesione e l’inclusione sociale, favorire l’integrazione di attività caratterizzate da prossimità territoriale, garantire la sicurezza alimentare, diminuire l’impatto ambientale delle produzioni, ridurre lo spreco alimentare e salvaguardare il territorio e il paesaggio rurale attraverso le attività agricole e agroalimentari;
  • Il contratto di distretto Xylella ha lo scopo di realizzare un programma di rigenerazione dell’agricoltura nei territori colpiti dal batterio Xylella fastidiosa, anche attraverso il recupero di colture storiche di qualità.

Beneficiari:

  • imprese, organizzate in forma consortile, cooperative, consorzi, reti  di  imprese, che operano nel settore agricolo e agroalimentare;
  • organizzazioni di produttori agricoli e associazioni di organizzazioni di produttori agricoli;
  • società costituite tra soggetti che esercitano l'attività agricola e imprese commerciali e/o industriali  e/o addette alla distribuzione;
  • Distretti del cibo costituiti in forma societaria.

Gli interventi agevolativi saranno attuati con successivi provvedimenti.

In linea generale sono comunque ammissibili i seguenti interventi:

  • investimenti in attivi materiali e attivi immateriali nelle aziende agricole connessi alla produzione agricola primaria;
  • investimenti per la trasformazione di prodotti agricoli e per la commercializzazione di prodotti agricoli e alimentari;
  • investimenti concernenti la trasformazione di prodotti agricoli in prodotti non agricoli;
  • costi per la partecipazione dei produttori di prodotti agricoli ai regimi di qualità e misure promozionali a favore dei prodotti agricoli;
  • investimenti per la promozione dell'immagine e delle attività del distretto;
  • progetti di ricerca e sviluppo nel settore agricolo e agroalimentare.

I programmi di investimento dovranno avere importo compreso tra euro 4.000.000,00 e euro 50.000.000,00.

Termini di presentazione delle domande: di prossima pubblicazione.

Riferimento di legge: D.M. 22/07/2019 Note scadenza: Bando di prossima pubblicazioneDocumenti allegati (registrati per vederli): 1823_Distretti del cibo.zip

Torna alle agevolazioni

iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professionifondazione brescia musei