Contributi al settore vitivinicolo - misura investimenti

Agevolazione Growing
Richiedi informazioni

Reg. UE 1308/2013 art. 50

Agevolarating:

Fondi disponibiliModulisticaEntità agevolazioniProcedura

Contributo del 40% delle spese.

Beneficiari: imprese vitivinicole in possesso dei requisiti previsti dalla Direzione Generale Agricoltura per la campagna viticola di riferimento, e che abbiano unità produttive di trasformazione ubicate nel territorio della Regione Lombardia.

Sono esclusi:

  • consorzi di tutela dei vini a denominazione riconosciuta ai sensi del D.Lgs 61/2010, art. 17;
  • imprese che effettuano la sola attività di commercializzazione.

I progetti presentati in domanda possono avere durata annuale o biennale.

Interventi ammissibili:

  • nuova costruzione, ristrutturazione, restauro o risanamento conservativo di fabbricati (ammesse anche spese quali onorari di architetti, ingegneri e consulenti fino al 5% della spesa);
  • acquisto e/o realizzazione di impianti e acquisto di dotazioni fisse;
  • acquisto di recipienti per l'affinamento del vino in legno, in acciaio e in vetroresina, compresi eventuali supporti;
  • acquisto di macchine e/o attrezzature mobili innovative, volte a migliorare il rendimento dell'impresa dal punto di vista economico e dal punto di vista energetico, utilizzate in cantina o in magazzino;
  • allestimento di punti vendita al dettaglio e di sale di degustazione;
  • dotazioni per l'ufficio;
  • creazione e aggiornamento di siti e-commerce (ammesse anche le spese di consulenza fino al 10% della spesa).

L'investimento deve mantenere il vincolo di destinazione d'uso, la natura e le finalità specifiche per le quali è stato realizzato, per almeno cinque anni (attrezzature) e per almeno dieci anni (interventi strutturali) a decorrere dalla data di liquidazione del saldo finale. Nel caso di opere strutturali, gli investimenti devono essere immediatamente cantierabili alla data di presentazione della domanda.

Le spese devono essere sostenute dal giorno successivo la data di presentazione della domanda; gli interventi devono essere conclusi entro il 21/07/2019 (progetti annuali) ed entro il 15/06/2020 (progetti biennali).

Gli investimenti devono comportare un miglioramento della tecnologia esistente oppure devono aumentare la dotazione iniziale presente in azienda (non sono ammessi interventi di sostituzione).

Termini di presentazione delle domande: entro il 15/02/2019. 

Riferimento di legge: Reg. UE 1308/2013 art. 50Scadenza: 15-02-2019Documenti allegati (registrati per vederli): 1463_2018-2019.zip

Torna alle agevolazioni

iso 9001audit energeticoquestiobaqfondo professioni