Aiuti alle imprese agricole colpite da calamità

Richiedi informazioni

D.M. 26/11/2019

Agevolarating:

Fondi disponibiliModulisticaEntità agevolazioniProcedura

Aiuti fino al 100% dei costi sostenuti.

Il decreto disciplina i criteri e le modalità per la concessione di aiuti a sostegno delle imprese agricole colpite dalle seguenti calamità naturali, verificatesi fino a tre anni prima della sua entrata in vigore (11/02/2020):

  • valanghe;
  • frane;
  • inondazioni;
  • trombe d'aria;
  • uragani;
  • incendi di origine naturale;
  • sisma ed eruzioni vulcaniche.

costi ammissibili e l’intensità degli aiuti variano in base alla tipologia di intervento e all’ambito di appartenenza del soggetto che li richiede.

Beneficiari degli aiuti:

  • imprese attive nel settore della produzione agricola primaria e della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli;
  • per gli interventi di costruzione, acquisto o miglioramento di beni immobili finalizzati alla delocalizzazione definitiva: PMI attive nel settore della produzione agricola primaria;
  • imprese agrituristiche;
  • imprese esercenti attività connesse all'agricoltura.   

 Gli aiuti sono subordinati alle condizioni seguenti:

  • il riconoscimento formale del carattere di calamità naturale dell'evento da parte delle autorità competenti;
  • la sussistenza di un nesso causale diretto tra la calamità naturale e il danno subito dall'impresa.

Interventi finanziabili per i danni alla produzione agricola e ai mezzi di produzione

  • riparazione di immobili ad uso produttivo danneggiati, loro demolizione e ricostruzione se distrutti, al fine di ristabilirne la piena funzionalità per l'attività delle imprese in essi stabilite;
  • riparazione di beni mobili strumentali danneggiati o acquisto di beni mobili strumentali distrutti;
  • ristoro dei danni subiti da scorte e prodotti in corso di maturazione ovvero di stoccaggio;
  • compensazione per la perdita di reddito dovuta alla distruzione totale o parziale della produzione agricola e dei mezzi di produzione;
  • costruzione, acquisto o miglioramento di beni immobili finalizzati alla delocalizzazione definitiva dell'attività produttiva;
  • acquisto o noleggio, per la fornitura e l'installazione di impianti temporanei delocalizzati.

Interventi finanziabili per i danni all'attività agrituristica e alle attività annesse all'agricoltura:

  • ripristino di immobili destinati ad attività agrituristica o ad attività connesse all'agricoltura danneggiati, ricostruzione di immobili distrutti o demolizione di immobili danneggiati;
  • riparazione di beni mobili strumentali danneggiati o acquisto di beni mobili strumentali distrutti;
  • ristoro dei danni subiti per scorte e prodotti di stoccaggio;
  • compensazione per la perdita di reddito dovuta alla sospensione totale o parziale dell'attività agrituristica per un periodo massimo di sei mesi dalla data in cui si è verificato l'evento;
  • costruzione, acquisto o miglioramento di beni immobili finalizzati alla delocalizzazione definitiva dell'attività produttiva riconducibile all'attività agrituristica o alle attività connesse all'agricoltura purchè in rapporto di  connessione con le attività di coltivazione del fondo, di silvicoltura e di allevamento di animali;
  • acquisto o noleggio, per la fornitura e l'installazione di impianti temporanei delocalizzati.

Termini di presentazione delle domande: di prossima pubblicazione.

[agricoltura] [calamità] [aiuto] [aiuti] [riparazione] [ricostruzione] [incentivo] [agriturismo] [danni] [compensazione]

Riferimento di legge: D.M. 26/11/2019 Note scadenza: Bando di prossima pubblicazioneDocumenti allegati (registrati per vederli): 1868_imprese agricole colpite da calamità.zip

Torna alle agevolazioni

iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professionifondazione brescia musei