Agevolazioni su operazioni di credito all'esportazione

Richiedi informazioni

D.Lgs. 143/98 Capo II

Agevolarating:

Fondi disponibiliModulisticaEntità agevolazioniProcedura

L’agevolazione consiste in un contributo che copre la differenza tra il tasso di riferimento e il tasso d’interesse posto a carico del debitore estero che non può essere inferiore al tasso CIRR.

L’importo agevolabile è al massimo pari all’85% della fornitura, il 15% dovendo essere regolato in contanti e coprire eventuali esborsi all’estero.

Esportatori di prodotti e servizi di origine italiana o, entro determinati limiti, comunitaria, aventi carattere di beni di investimento o collegabili ad un investimento.
Gli esportatori possono beneficiare dell’intervento agevolato sia a fronte di un credito fornitore che di un credito acquirente.

 

L’intervento di SIMEST SpA riguarda i finanziamenti di crediti all’esportazione (eventualmente estesi anche alla fase di approntamento della fornitura) concessi da banche italiane o estere a operatori nazionali (crediti fornitori) o agli acquirenti esteri (crediti acquirenti) anche sotto forma di smobilizzo di titoli di credito.
La durata dei crediti deve essere superiore a 24 mesi, salvo il caso degli smobilizzi a tasso fisso relativi a crediti fornitore per i quali il rimborso può anche essere compreso tra 18 e 23 mesi.

Riferimento di legge: D.Lgs. 143/98 Capo IINote scadenza: Sempre apertaDocumenti allegati (registrati per vederli): 84_D.Lgs 143_1998.zip

Torna alle agevolazioni

iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professionifondazione brescia musei