Agevolazioni per la produzione di dispositivi della filiera biomedicale

Richiedi informazioni

D.g.r. 5 Lomb. 3112/2020

Agevolarating:

Fondi disponibiliModulisticaEntità agevolazioniProcedura

Contributo a fondo perduto fino al 75%, con un massimo di euro 200.000,00.

Obiettivo: sostenere le MPMI per la realizzazione di investimenti produttivi che prevedano l’ampliamento della capacità delle unità produttive già adibite alla produzione di dispositivi medici (DM) o di dispositivi di protezione individuale (DPI); la riconversione delle unità produttive.

Dotazione finanziaria: euro 10.000.000,00.

Beneficiari: MPMI lombarde del settore manifatturiero (ATECO C) e dell'artigianato. Non potranno presentare domanda le imprese alle quali è stato concesso il contributo previsto da INVITALIA con la misura CURA ITALIA.

Le imprese possono presentare domanda di partecipazione all’iniziativa se risultano in possesso della certificazione relativa ai DPI e ai DM rilasciata da un ente certificatore ovvero, per le sole mascherine chirurgiche e i DPI, di attestazione di conformità.

Il massimale di aiuto è da intendersi nel limite di euro 500.000,00 subordinatamente all’approvazione dell’inquadramento nel Regime di Aiuti quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato. In tal caso, il contributo è concesso secondo la gradualità seguente:

  • fino a euro 500.000,00 se l’investimento si completa e si avvia la produzione entro i 30 giorni dalla data di pubblicazione del bando;
  • fino a euro 400.000,00 se l’investimento si completa e si avvia la produzione entro 60 giorni dalla data di pubblicazione del bando;
  • fino a euro 300.000,00 se l’investimento si completa e si avvia la produzione entro 90 giorni dalla data di pubblicazione del bando.

Spesa minima: euro 40.000,00.

Sono ammissibili gli interventi volti:

  • all’ampliamento della capacità delle unità produttive già adibite alla produzione di mascherine chirurgiche, mascherine filtranti, dispositivi di protezione individuale (DPI) e altri dispositivi medici (DM);
  • alla riconversione delle unità produttive finalizzata alla produzione di mascherine chirurgiche, mascherine filtranti, dispositivi di protezione individuale e altri dispositivi medici.

Ciascuna impresa potrà presentare una sola domanda.

Tempistica delle spese: dopo l'08/03/2020.

Spese ammesse:

  • a) nuovi macchinari, impianti e attrezzature, compresi i costi di collaudo e formazione; 
  • b) opere murarie strettamente necessarie all’installazione dei macchinari (di cui alla lettera a) e adeguamento della relativa impiantistica per un valore massimo del 20% di cui alla lettera a);
  • c) programmi informatici connessi all'investimento;
  • d) costi per test di laboratorio e certificazioni;
  • e) spese generali (max. 10% del totale).

Tipologia di istruttoria: valutativa a sportello secondo l'ordine cronologico.

L’impresa presenterà richiesta di contributo dopo aver effettuato l’investimento e ultimato i lavori di installazione. L’impresa dovrà produrre una relazione tecnica asseverata da un tecnico abilitato iscritto all’ordine degli ingegneri.

Le domande di contributo corredate dalla rendicontazione dovranno pervenire entro il 15/10/2020 e comunque entro la data di sospensione dello sportello per eventuale esaurimento delle risorse.

Regime di aiuto: de minimis (ed eventualmente Temporary framework).

Bando di prossima pubblicazione.

[medicale] [medico] [medici] [dispositivi] [dpi] [protezione] [ampliamento] [conversione] [riconversione]

Riferimento di legge: D.g.r. 5 Lomb. 3112/2020Note scadenza: Bando di prossima pubblicazioneDocumenti allegati (registrati per vederli): 1886_Incentivi per produzione disposistivi protezione individuale.zip

Torna alle agevolazioni

iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professionifondazione brescia musei