"IncentivO Lavoro": sostegno all'assunzione di giovani

Richiedi informazioni

D.Dir. 44/2020

Agevolarating:

Fondi disponibiliModulisticaEntità agevolazioniProcedura

Incentivo fino a euro 8.060,00 all'anno per lavoratore.

Ai datori di lavoro privati che assumano, nel periodo compreso tra il 01/01/2020 e il 31/12/2020 persone con determinate caratteristiche, spetta un incentivo.

Dotazione finanziaria: euro 329.400.000,00.

L’incentivo è riconosciuto ai datori di lavoro privati che assumano persone disoccupate ai sensi dell’articolo 19 del D. Lgs 150/2015, dell’art. 4, comma 15 quater del Decreto Legge n. 4 del 28/01/2019 (convertito con modificazione della legge 26/2019) in possesso delle seguenti caratteristiche:

  • lavoratori di età compresa tra i 16 anni e 24 anni;
  • lavoratori con 25 anni di età e oltre, privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi.

Tali soggetti non devono aver avuto un rapporto di lavoro negli ultimi sei mesi con il medesimo datore di lavoro.

L’incentivo spetta laddove la sede di lavoro, per la quale viene effettuata l’assunzione, sia ubicata nelle Regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia), nelle Regioni più sviluppate (Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Provincia Autonoma di Trento, Provincia Autonoma di Bolzano, Toscana, Umbria, Marche e Lazio) o nelle Regioni in transizione (Abruzzo, Molise e Sardegna), indipendentemente dalla residenza del lavoratore.

L’incentivo è riconosciuto esclusivamente per le seguenti tipologie contrattuali:

  • contratto di lavoro a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione;
  • contratto di apprendistato professionalizzante.

L'incentivo è riconosciuto anche in caso di lavoro a tempo parziale, e in caso di trasformazione a tempo
indeterminato di un rapporto a tempo determinato; per tale fattispecie non è richiesto il requisito di disoccupazione.
Rientra nell'ambito di applicazione dell'incentivo anche il socio lavoratore di cooperativa, se assunto con contratto di lavoro subordinato.
L'incentivo è escluso in caso di assunzioni con contratto di lavoro domestico, occasionale o intermittente.

L’incentivo è pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, con esclusione di premi e contributi dovuti all’INAIL, per un periodo di 12 mesi a partire dalla data di assunzione, nel limite massimo di euro 8.060,00 su base annua, per lavoratore assunto, riparametrato e applicato su base mensile.

L'incentivo deve essere fruito entro il 28/02/2022.

Regime di aiuto: de minimis oppure 651/2014.

I datori di lavoro interessati devono inoltrare un'istanza preliminare di ammissione all'INPS.
Entro dieci giorni dalla ricezione della comunicazione di prenotazione da parte dell'INPS, il datore di lavoro deve, ove non abbia già provveduto, effettuare l’assunzione.

Tipologia di istruttoria: ordine cronologico.

Termini di presentazione delle istanze: fino a esaurimento fondi.

[inps] [anpal] [incentivo] [contributo] [assunzione] [giovani] [disoccupati] [inoccupati] [apprendisti] [apprendistato]

Riferimento di legge: D.Dir. 44/2020Note scadenza: Fino a esaurimento fondiDocumenti allegati (registrati per vederli): 1866_Assunzioni giovani 2020.zip

Torna alle agevolazioni

iso 9001audit energeticoinnex hubquestiobaqfondo professionifondazione brescia musei