Privacy, è possibile “stoppare” la pubblicità cartacea

Anche la posta cartacea finisce nella lente d’ingrandimento della normativa riguardante la Privacy. In particolare per quanto attiene agli avvisi pubblicitari.

E’ possibile, se non si desidera riceverli in azienda o alla propria abitazione, iscriversi nel registro delle opposizioni, tenuto dalla Fondazione Bordoni. Un servizio che fino ad oggi era riservato alle promozioni per via telefonica.

Ora l’estensione anche al cartaceo è effetto della recente legge approvata dal Senato e sarà a brevissimo effettivamente applicabile. E per breve si intende che il regolamento dovrà entrare in vigore entro tre mesi dall’approvazione delle legge, quindi già nelle prossime settimane.

A suo tempo (era il 2010) aveva fatto il suo esordio il registro delle opposizioni “telefoniche”. Iscrivendo i propri numeri a tale registro, viene sostanzialmente impedito alle aziende di telemarketing di contattarli per fini commerciali. Ora tale dinamica viene estesa anche alla posta cartacea sia dei privati che delle aziende.

Un registro che è andato rimpolpandosi in questi anni: basti pensare che ad oggi oltre 1 milione e mezzo di numeri sono stati iscritti e che tale inserimento fa automaticamente decadere ogni liberatoria fornita in precedenza dal titolare del numero. 

Data di pubblicazione: 29/08/2017

Torna alle news

iso 9001World Certification Services Ltd - ISO 9001fondo professioniFondo Paritetico Interprofessionale NazionalequestioQuestio 2016