Sicurezza sul lavoro: aumentano infortuni e morti bianche, diminuiscono le malattie professionali

Aumentano nuovamente gli infortuni sul lavoro in Italia.

Nei primi dieci mesi del 2017, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, la percentuale di infortuni sul lavoro lievita di ben lo 0.7 per cento. Le denunce pervenute all’istituto sono infatti arrivate a 533 mila, con 3 mila e 800 casi in più rispetto all’anno precedente. A pesare maggiormente sono gli incidenti avvenuti in itinere, ovvero durante il percorso fra l’abitazione e il lavoro, che aumentano del 3.4 per cento.

Il dato di ottobre è quello più preoccupante: anche considerando che rispetto all’anno prima c’era un giorno lavorativo in più, si è di fronte a una maggiorazione di incidenti di ben 2.500 casi. Per quanto attiene i settori, spiccano quelli dell’industria e dei servizi (più 1.2 per cento), mentre (dato positivo), uno dei settori più critici, ovvero quello agricolo, fa segnare un miglioramento del 5.2 per cento. Il contesto territoriale è invece molto chiaro: mentre gli infortuni diminuiscono al centro, al sud e nelle isole, l’aumento si concentra al nord e soprattutto al nord/est della nostra nazione (aumento di 2.183 casi sull’anno precedente).

Un trend che si riscontra anche nei casi di incidenti mortali: sono stati l’1.6 per cento in più rispetto allo stesso periodo del 2016 (14 infortuni mortali in più). Infine, le malattie professionali, che invece fanno segnare una inversione di tendenza: sono state il 3 per cento in meno, dopo anni in cui si assisteva ad una continua crescita.

 

Data di pubblicazione: 31/01/2018

Torna alle news

iso 9001World Certification Services Ltd - ISO 9001fondo professioniFondo Paritetico Interprofessionale NazionalequestioQuestio 2016