Percezione del rischio: il Colibrì ideato da SAEF vola lontano!

E’ stata firmata il 29 marzo la convenzione di ricerca fra Università cattolica del Sacro Cuore di Brescia e ANMIL ONLUS, che “consacra” la proiezione nazionale dei progetti “Il volo del Colibrì” e “Il colibrì 4.0” ideati da SAEF e avviati tre anni fa grazie al prezioso contributo di Redaelli SPA, la delegazione del Rotary Club Brescia Franciacorta Oglio, Guido Berlucchi SPA, Phoenix Informatica Srl di Gavardo, Saottini Auto, Cisl Brescia e Fondazione AIFOS.

I progetti prevedono da un lato la prosecuzione dei laboratori sulla percezione del rischio erogati in forma totalmente gratuita a 39 classi di 9 istituti di scuola primaria del territorio bresciano (640 ore totali) e indirizzati direttamente ai bambini (Il Volo del Colibrì), dall’altro la validazione scientifica dell’Università che, in funzione dell’enorme mole di dati e indicatori provenienti dai laboratori, ha avviato un percorso di verifica dell’efficacia dell’azione al fine di realizzare modelli formativi rivolti direttamente agli insegnanti della primaria italiana.

Un approccio progettuale innovativo che rappresenta oggi un percorso emblematico in tema di responsabilità sociale d’impresa e destinato a divenire caso di studio anche a livello nazionale per la grande portata numerica che lo contraddistingue: il campione di 880 bambini coinvolti per quattro anni di seguito rende questo progetto la più importante azione sulla percezione del rischio sul territorio nazionale rivolta ai giovanissimi in età scolare.

I partecipanti.

Data di pubblicazione: 29/03/2018

Torna alle news

iso 9001World Certification Services Ltd - ISO 9001fondo professioniFondo Paritetico Interprofessionale NazionalequestioQuestio 2016