PMI italiana: numeri in chiaroscuro

L’occupazione per le PMI italiane aumenta, ma rimane sotto la media di aumento europeo, mentre il valore aggiunto cresce un p unto percentuale in più di quello del continente. E’ un quadro in chiaroscuro quello che viene dipinto per la piccola e media impresa dello Stivale, elemento trainante dell’economia nazionale.

In particolare l’occupazione nel 2016 è aumentata dell’1.1 per cento rispetto al 2015, a fronte di una media europea di aumento dell’1.6 per cento. Al contrario, il valore aggiunto è aumentato del 2.4 per cento, rispetto alla media europea del 1.4 per cento.

A dirlo è il report nazionale sulle piccole e medie imprese relativo al biennio 2016/2017. A livello continentale l’occupazione nella PMI crescerà dell’1.9 per cento anche nel prossimo biennio, mentre il valore aggiunto ha stime di crescita del 6.4 per cento.

La piccola e media impresa non rappresenta soltanto l’ossatura del sistema economico nazionale, ma di quello europeo in generale: oggi la PMI del continente rappresenta il 99.8 per cento del totale delle imprese, dà lavoro a circa 93 milioni di persone (il 67 per cento dell’occupazione totale) e produce il 57 per cento del valore aggiunto complessivo europeo.

Data di pubblicazione: 18/12/2017

Torna alle news

iso 9001World Certification Services Ltd - ISO 9001fondo professioniFondo Paritetico Interprofessionale NazionalequestioQuestio 2016