PIL: l’industria e gli investimenti trainano l’economia del Paese

Il PIL italiano è trainato dall’industria e dagli investimenti.

Complice anche il piano nazionale Industria 4.0, l’Italia viene promossa per investimenti e per export in un quadro economico ancora incerto, ma in continuo e progressivo miglioramento.

A dirlo è l’Istat che traccia la misura della crescita in atto: 0.4 per cento congiunturale, 1.7 tendenziale e 1.4 per la variazione acquisita. In questo quadro pesa molto poco la correzione al ribasso di un decimale sul PIL del terzo trimestre.

I principali aggregati della domanda, fra luglio e settembre, hanno avuto un balzo in avanti, guidato proprio dagli investimenti: oltre il 3 per cento in più congiunturale e il 4.6 per cento in più annuale. Numeri dovuti alla maggiore spesa per macchinari e attrezzature: più 6 per cento congiunturale per un valore che supera i 33 miliardi di euro.

Il rapporto fra export e import nel periodo estivo è ugualmente positivo, anche se il primo cresce più del secondo: + 1.6 per cento per il primo, “contro” un più 1.2 per cento del secondo. Fra i settori l’industria prende la palma del trascinatore, sostanzialmente stabile il settore dei servizi, mentre si dimostra in neanche troppo leggera flessione il comparto agricolo (meno 3.6 per cento).     

Data di pubblicazione: 07/12/2017

Torna alle news

iso 9001World Certification Services Ltd - ISO 9001fondo professioniFondo Paritetico Interprofessionale NazionaleL'avviso 02/18 finanzia la partecipazione ad attività formative a catalogo accreditate per un importo complessivo di € 1.000.000,00 (unmilione/00). Ogni Studio/Azienda può partecipare a più di un’attività formativa individuale a catalogo, per un contributo pari all’ 80% dell’imponibile I.V.A. di ogni singola iniziativa, fino ad un valore complessivo massimo di € 1.500,00 (millecinquecento/00) di contributo.questioQuestio 2016baqBollino blu per le imprese che fanno alternanza scuola lavoro