Giovani disoccupati: in Lombardia si risolve un caso su due

Funziona nella nostra regione il piano per introdurre nel mondo del lavoro i giovani che non hanno un'occupazione e che hanno smesso di studiare

77 milioni destinati alle misure in favore dei cosiddetti NETT, ovvero giovani che al momento non studiano né lavorano. E’ quanto stabilito dalla giunta regionale lombarda che ha approvato il programma di attuazione regionale rispetto a questo specifico obiettivo.

E dai dati che emergono dalla prima fase del programma non sembra si tratti di un’operazione di assistenza, anzi, tutt’altro. Basti sapere che su oltre 100 mila giovani presi in carico, ben 93 mila sono stati avviati al lavoro e ben 50 mila di loro (la metà) hanno ottenuto un contratto.

Un risultato che va molto oltre le aspettative iniziali, per le quali venivano stimate 13 mila assunzioni e 22 mila tirocini.

Un impegno che va dunque rilanciato. Secondo le dichiarazioni della Giunta regionale, nella seconda fase saranno aiutati altri 52 mila ragazzi disoccupati con meno di 29 anni, che hanno interrotto il loro percorso di studi. Dei 77 milioni di euro stanziati, 42 milioni verranno destinati alla misura relativa all’accompagnamento al lavoro.

(Fonte: Lombardia Notizie) 

Data di pubblicazione: 10/10/2018

Torna alle news

iso 9001World Certification Services Ltd - ISO 9001fondo professioniFondo Paritetico Interprofessionale NazionaleL'avviso 02/18 finanzia la partecipazione ad attività formative a catalogo accreditate per un importo complessivo di € 1.000.000,00 (unmilione/00). Ogni Studio/Azienda può partecipare a più di un’attività formativa individuale a catalogo, per un contributo pari all’ 80% dell’imponibile I.V.A. di ogni singola iniziativa, fino ad un valore complessivo massimo di € 1.500,00 (millecinquecento/00) di contributo.questioQuestio 2016baqBollino blu per le imprese che fanno alternanza scuola lavoro