Finanziaria: le novità nel testo approvato dal Senato

La “Finanziaria” è ufficialmente legge, dopo l’approvazione da parte del Senato della Repubblica avvenuta il 23 di dicembre. Molte le novità che i due rami del parlamento hanno introdotto in termini di lavoro ed economia.

Per quanto attiene le politiche pensionistiche: prorogata fino al 2019 l’APe volontaria (l’anticipo pensionistico), individuate 15 tipologie di lavoro gravoso esenti dallo scatto di cinque mesi di aumento età pensionabile (aggiunti i comparti siderurgici, marittimi, pescatori e agricoli). 

Per quanto riguarda il lavoro: diventa strutturale (quindi non vincolato ad un periodo particolare o specifico) il dimezzamento dei contributi per un massimo di 36 mesi per le assunzioni a tempo indeterminato (under 30 e max importo 3 mila euro, under 35 per il solo 2018). Abbattuti totalmente i contributi al Sud (under 35 anni e adulti privi di impiego da almeno sei mesi). Salgono, infine, le soglie di reddito per l’accesso al bonus di 80 euro al mese ( 24mila 600 euro). Rimarrà un ricordo anche il pagamento dello stipendio in contanti: ogni pagamento dovrà essere tracciato (assegno, bonifico o pagamento elettronico, oppure in contante, ma tramite sportello bancario).

Per la formazione: introduzione nel 2018 di un credito d’imposta al 40 per cento per la formazione 4.0 dei lavoratori dipendenti (max 300mila euro a impresa).

Il capitolo incentivi e tassazione: scende al 130 per cento il superammortamento per acquisto beni strumentali nuovi. Confermato l’iperammortamento per la digitalizzazione 4.0 al 250 per cento. Carico a coppe sulla Nuova Sabatini (rifinanziamento e aumento del contributo ministeriale al 30 per cento). Riconosciuto un Credito d’imposta del 50 per cento per l’ingresso in borsa delle PMI (spese di consulenza). Viene introdotta la cosiddetta “web tax” (nella misura del 3 per cento), applicata a transazioni online di servizi e non di prodotti (almeno 3 mila transazioni l’anno). Viene applicata anche una semplificazione al calendario fiscale: il 23 luglio rappresenterà la scadenza unificata per la presentazione del 730. Irap e Modello redditi saranno invece da consegnare entro il 31 ottobre.

La finanziaria indica inoltre che dal 2019 la fatturazione elettronica sarà obbligatoria  non nsolo per le imprese ma anche fra privati.

 

Data di pubblicazione: 27/12/2017

Torna alle news

iso 9001World Certification Services Ltd - ISO 9001fondo professioniFondo Paritetico Interprofessionale NazionalequestioQuestio 2016