Finanziaria: la formazione 4.0 perde l’incentivo

Nove imprese su dieci, dopo il processo di digitalizzazione legato al 4.0, ancora non hanno al loro interno le competenze necessarie per sfruttarlo al meglio. E dalla Finanziaria sembra sparito il credito d'imposta per la formazione specifica

La legge di bilancio 2019, ovvero la Finanziaria, sembra possa essere “orfana” di una delle misure introdotte dal governo precedente all’attuale sul tema dell’industria (oggi… impresa) 4.0, ovvero sul tema della formazione. Dai documenti della più importante legge di pianificazione economica dell’anno in ambito nazionale, è infatti sparito il credito d’imposta riconosciuto alle imprese per la formazione in chiave digitale.

Un fatto che ha prodotto più di una perplessità, viste le numerose indagini che dettagliano il quadro: secondo rilevazioni ISTAT, il 90 per cento delle aziende che si è dotato di sistemi 4.0 non ha ancora a disposizione le competenze necessarie per sfruttare queste nuove tecnologie al meglio. Per questo motivo il Governo aveva accompagnato il pacchetto di investimenti con un’agevolazione in credito d’imposta nell’ordine del 40 per cento delle spese relative al personale impegnato nella formazione digitale.

Fondi che oggi sembrano non essere più disponibili, anche se da più parti si spinge per un emendamento che possa riportare questa parte della Finanziaria alla forma originaria.

Nel frattempo una ricerca dell’Associazione italiana direttori del personale (AIDP), mette in luce la sete di questa specifica tipologia di formazione: l’89 per cento dei manager intervistati ritiene che l’apprendimento tecnologico sia un’importante fonte di possibilità, che le nuove tecnologie potranno creare nuove posizioni lavorative (77%), che andranno ad agire come stimolo per competenze e professionalità (77%), che permetteranno alle persone di lavorare meno e meglio di prima (76%) e che accompagneranno progressivamente la sostituzione dei lavori manuali con attività concettuali (81%).

A patto che vengano apprese. E per apprenderle l’unico strumento è quello formativo.

(Fonte: PMI.it)

Data di pubblicazione: 29/11/2018

Torna alle news

iso 9001World Certification Services Ltd - ISO 9001fondo professioniFondo Paritetico Interprofessionale NazionaleL'avviso 02/18 finanzia la partecipazione ad attività formative a catalogo accreditate per un importo complessivo di € 1.000.000,00 (unmilione/00). Ogni Studio/Azienda può partecipare a più di un’attività formativa individuale a catalogo, per un contributo pari all’ 80% dell’imponibile I.V.A. di ogni singola iniziativa, fino ad un valore complessivo massimo di € 1.500,00 (millecinquecento/00) di contributo.questioQuestio 2016baqBollino blu per le imprese che fanno alternanza scuola lavoro