Economia bresciana: il secondo trimestre 2018 conferma lo stato di salute

Crescono il manifatturiero, balzano l'export e il mercato del lavoro nell'industria. Tassi di disoccupazione bresciani metà della media nazionale

L'economia bresciana è in salute e tende a crescere. A dirlo è il "Booklet Economia" realizzato dall'Ufficio studi e ricerche dell'Associazione industriale bresciana, dal quale si evincono dati molto interessanti e prospettive di crescita, oltre a qualche tallone d'Achille. 

Nell'ambito manifatturiero il secondo trimestre 2018 ha visto una crescita congiunturale dell'attività produttiva pari al 1.2 per cento e questo ha segnato la diciannovesima rilevazione di fila (quindi quasi 60 mesi) con il segno positivo.  Le imprese manifatturiere attive sul territorio bresciano a giugno 2018 erano 14.026. 

Anche il dato dell'Export è molto incoraggiante: la rilevazione ha segnatalo un 9.1 per cento in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, più del doppio della media lombarda (4.4 per cento in più) e di quella italiana (4.1 per cento in più). L'aumento più marcato delle esportazioni di prodotti bresciani riguarda soprattutto l'Oceania (+17%), l'America settentrionale (+15.8%), i Paesi UE (+11.3%) e i Paesi europei non UE (+7.2%). 

Piccolo ma significativo anche l'aumento della percentuale di prestito alle imprese: a giugno 2018 la crescita in quetso specifico ambito era dello 0.6 per cento. Sul fronte del lavoro, invece, guardando al mondo economico bresciano in generale c'è stata una contrazione dell'1.5 per cento delle contrattualizzazioni a tempo indeterminato, a fronte di un balzo (+23.1%) di quelle nel campo manifatturiero. Il tasso di disoccupazione bresciano si conferma quasi la metà di quello nazionale (6.2% a fronte del 11.2% italiano) così come quello della disoccupazione giovanile (17.7% a Brescia, 34.7% la media del territorio nazionale).  

(Fonte: Ufficio Studi e Ricerche AIB)

Data di pubblicazione: 22/11/2018

Torna alle news

iso 9001World Certification Services Ltd - ISO 9001fondo professioniFondo Paritetico Interprofessionale NazionaleL'avviso 02/18 finanzia la partecipazione ad attività formative a catalogo accreditate per un importo complessivo di € 1.000.000,00 (unmilione/00). Ogni Studio/Azienda può partecipare a più di un’attività formativa individuale a catalogo, per un contributo pari all’ 80% dell’imponibile I.V.A. di ogni singola iniziativa, fino ad un valore complessivo massimo di € 1.500,00 (millecinquecento/00) di contributo.questioQuestio 2016baqBollino blu per le imprese che fanno alternanza scuola lavoro