sicurezza e salute sul lavoro

I lavoratori: un'estensione di responsabilità a tutti i componenti dell'azienda

Ogni lavoratore, per la legislazione italiana, si vede assegnato un ruolo di responsabilità per l'obiettivo della sicurezza e della salute nel luogo di lavoro in un'azienda. Un lavoratore, secondo la legislazione in materia, è "la persona che, indipendentemente dalla tipologia contrattuale, svolge un'attività lavorativa nell'ambito dell'organizzazione di un datore di lavoro pubblico o privato, con o senza retribuzione, anche al solo fine di apprendere un mestiere, un'arte o una professione, esclusi gli addetti ai servizi domestici e familiari". Ogni lavoratore ha dei diritti (il diritto ad essere tutelati nello svolgimento delle loro mansioni), ma anche degli obblighi specifici che la legge assegna loro, ovvero:

  • contribuire, insieme al datore di lavoro, all'adempimento degli obblighi previsti a tutela della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro;
  • osservare le disposizioni e le istruzioni impartite dal datore di lavoro, dai dirigenti e dai preposti, ai fini della protezione collettiva e individuale;
  • utilizzare correttamente le attrezzature di lavoro, le sostanze e le miscele pericolose, i mezzi di trasporto, i dispositivi di sicurezza e i Dispositivi di protezione individuale (DPI) messi loro a disposizione;
  • partecipare ai programmi di formazione e di addestramento organizzati dal datore di lavoro;
  • segnalare immediatamente al datore di lavoro, al dirigente o al preposto le deficienze di attrezzature di lavoro, mezzi di trasporto, dispositivi di sicurezza e DPI;
  • segnalare immediatamente qualsiasi eventuale condizione di pericolo, adoperandosi direttamente, in caso di urgenza, nell'ambito delle proprie competenze e possibilità, per eliminare o ridurre le situazioni di pericolo grave e incombente, dando notizia al RLS;
  • non rimuovere o modificare senza autorizzazione i dispositivi di sicurezza/di segnalazione/di controllo;
  • non compiere di propria iniziativa operazioni o manovre che non sono di loro competenza ovvero che possano compromettere la sicurezza propria o di altri lavoratori;
  • sottoporsi ai controlli sanitari previsti, o comunque disposti dal medico competente.

Torna alle guide

iso 9001World Certification Services Ltd - ISO 9001fondo professioniFondo Paritetico Interprofessionale NazionalequestioQuestio 2016

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Contattaci